menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Vecchio: emendamento da 16 milioni per la prima vendita di immobili

La vendita riguarda 5 magazzini attualmente in concessione novantennale alla Greensisam

Mercoledì, in Comune durante la seduta della commissione bilancio, è stato illustrato dal presidente Roberto Cason (Lista Dipiazza) un emendamento che prevede la vendita dei 5 magazzini attualmente in concessione novantennale alla Greensisam.
Si tratterebbe, di fatto, della prima vendita di immobili del Porto Vecchio da parte del Comune a seguito della sdemanializzazione prevista dall’ormai famoso “emendamento Russo” -

Cason ha dichiarato a riguardo: «La “messa all’asta” degli immobili siti nell’area del Porto vecchio trasferiti al Comune è un atto dovuto in quanto previsto dalla legge. Questi edifici devono essere stimati ed alienati nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria, non tutti però potranno essere venduti poiché soggetti a determinati vincoli e convenzioni».

«La vendita degli immobili - continua Cason - compresi nell’area del Porto Vecchio comporterà per la città un triplice vantaggio:

  1. L’85% del ricavato della vendita finirà nelle “tasche” dell’Autorità portuale per gli interventi di infrastrutturazione del Porto nuovo e delle nuove aree destinate al regime internazionale di punto franco. Su quest’ultimo punto sarà necessario fare un ragionamento, con particolare riferimento alle nuove aree retroportuali della Wartsila e Fernetti.  L’avvio di queste aree comporteranno ricadute positive certe sull'occupazione grazie anche all'interessamento espresso da operatori portuali e investitori stranieri sull'area.

  2. Il 15 % resterà al Comune per investimenti in opere pubbliche. Anche in questo caso con ricadute positive per l’economia. Si pensi che su questa prima operazione di vendita entreranno nelle casse del Comune circa 2 milioni e mezzo di euro.

  3. I cinque magazzini, dopo anni di degrado e abbandono, verranno ristrutturati e convertiti per le attività previste in modo da garantire un ingresso decoroso e imponente al Porto Vecchio dal futuro varco di accesso di Largo città di Santos».

«La messa all’asta dei primi cinque immobili, attualmente  in concessione per 74 anni alla Greensisam, per 16 milioni di euro significa - conclude - che a Trieste qualcosa di molto interessante, finalmente, si sta muovendo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento