rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Cavia abbandonata senza cibo, triestina chiama l'ENPA: salvata

Avventura a buon fine per una simpatica cavia, lasciata oggi in strada nella zona dell'entrata del Liceo Dante. La triestina Elisa Banelli, una volta avvistato l'animale, ha immediatamente chiamato l'ENPA che ha portato in salvo la bestiola. L'animale era in "multiproprietà" tra più ragazzine

«Mentre torno a casa, trovo, abbandonata in una gabbietta, sotto la scuola Dante, una cavia bianca e nera. Mi avvicino e vedo che è viva e si muove ma è senza acqua e cibo. Attorno a me il vuoto, pochi passano e quasi nessuno sembra notarla». Lo riferisce la triestina Elisa Banelli, protagonista in positivo della vicenda

«Decido  - spiega Elisa - di chiamare l'Enpa. L'operatore mi chiede i dati e mi assicura che entro breve arriverà un volontario a prenderla. Io mi fermo ad aspettarli. Dopo circa 20 minuti arrivano 3 ragazzine minorenni che sembrano conoscere la cavia in questione. Chiedo loro spiegazioni e scopro che queste 3, assieme ad una 4^ amica, avevano preso questa cavia in multiproprietà e che oggi toccava lo scambio». 

«Solo - sottolinea Elisa -  che la prima amica, non vedendole arrivare puntuali all'appuntamento, ha "ben pensato" di mollare l'animale da solo sotto al Dante. Per fortuna poco dopo è arrivato il volontariato dell'enpa che, sentita la storia agghiacciante, e non fidandosi di ste bambinelle,ha furbamente deciso di portare al sicuro la cavia in via Marchesetti»

«Dicendo loro - conclude - che avrebbero potuto riprendersela solo se accompagnate da un genitore».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavia abbandonata senza cibo, triestina chiama l'ENPA: salvata

TriestePrima è in caricamento