menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Celebrato il 167esimo anniversario della fondazione della Polizia

Ricordando il tema celebrativo di questo 167° anniversario, “Esserci Sempre”, il Questore ha dichiarato: “Posso assicurare che noi tutti, come per il passato, “nessuno escluso”, ci saremo!”

Con i ringraziamenti, a tutte le autorità presenti, per la partecipazione, il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi ha aperto la cerimonia celebrativa del 167° anniversario della fondazione della Polizia, svoltasi nella Sala del Ridotto del teatro lirico comunale Giuseppe Verdi, e preceduta nel ricordo dei caduti con la deposizione di una corona nel famedio della Questura, presenti il Prefetto Valerio Valenti e lo stesso Questore con il Cappellano provinciale della Polizia di Stato don Paolo Rakic a officiare un breve rito.

Dopo la lettura dei messaggi ufficiali, e il discorso del Questore, si è svolta la consegna dei riconoscimenti al personale che si è particolarmente distinto in operazioni di servizio. Il Questore, ha voluto rivolgere “un commosso pensiero a tutti i nostri caduti, in particolare voglio ricordare quelli di questa provincia, la cui preziosa presenza dei familiari a questa cerimonia, è testimonianza della memoria che ci lega e rimane salda nel ricordo di chi ha perso la vita nell’adempimento del dovere, operando con coraggio, fermezza e lealtà”. Ricordando che il tema celebrativo di questo 167° anniversario è “Esserci Sempre” – ha dichiarato il Questore – “posso assicurare che noi tutti, come per il passato, “nessuno escluso”, ci saremo!”. E’ seguito un intrattenimento musicale svolto dal quartetto di archi composto da Tijana Drinic e Carolina Riccobon ai violini, Ecem Eren alla viola e Kezia Leila Andrejcsik al violoncello (allievi del Conservatorio di musica Tartini di Trieste), che ha eseguito il Moderato e la Mazurka dal Quartetto N. 3 op. 26 di Alexander Glazunov.

Un alto e altro momento di vicinanza e a favore della collettività, così come, in quest’ottica si è inserita la presenza di due stand istituzionali in piazza della Borsa con tecnologie e mezzi in dotazione che esaltano la professionalità degli operatori e la qualità dell’impegno profuso dalla Polizia di Stato a tutela della collettività. Proseguendo nella campagna istituzionale “Questo non è amore”, vi era presente anche il camper specializzato, vero e proprio punto d’ascolto per le donne vittime di violenza.

“Esserci Sempre” appunto !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento