Celebrato il 167esimo anniversario della fondazione della Polizia

Ricordando il tema celebrativo di questo 167° anniversario, “Esserci Sempre”, il Questore ha dichiarato: “Posso assicurare che noi tutti, come per il passato, “nessuno escluso”, ci saremo!”

Con i ringraziamenti, a tutte le autorità presenti, per la partecipazione, il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi ha aperto la cerimonia celebrativa del 167° anniversario della fondazione della Polizia, svoltasi nella Sala del Ridotto del teatro lirico comunale Giuseppe Verdi, e preceduta nel ricordo dei caduti con la deposizione di una corona nel famedio della Questura, presenti il Prefetto Valerio Valenti e lo stesso Questore con il Cappellano provinciale della Polizia di Stato don Paolo Rakic a officiare un breve rito.

Dopo la lettura dei messaggi ufficiali, e il discorso del Questore, si è svolta la consegna dei riconoscimenti al personale che si è particolarmente distinto in operazioni di servizio. Il Questore, ha voluto rivolgere “un commosso pensiero a tutti i nostri caduti, in particolare voglio ricordare quelli di questa provincia, la cui preziosa presenza dei familiari a questa cerimonia, è testimonianza della memoria che ci lega e rimane salda nel ricordo di chi ha perso la vita nell’adempimento del dovere, operando con coraggio, fermezza e lealtà”. Ricordando che il tema celebrativo di questo 167° anniversario è “Esserci Sempre” – ha dichiarato il Questore – “posso assicurare che noi tutti, come per il passato, “nessuno escluso”, ci saremo!”. E’ seguito un intrattenimento musicale svolto dal quartetto di archi composto da Tijana Drinic e Carolina Riccobon ai violini, Ecem Eren alla viola e Kezia Leila Andrejcsik al violoncello (allievi del Conservatorio di musica Tartini di Trieste), che ha eseguito il Moderato e la Mazurka dal Quartetto N. 3 op. 26 di Alexander Glazunov.

Un alto e altro momento di vicinanza e a favore della collettività, così come, in quest’ottica si è inserita la presenza di due stand istituzionali in piazza della Borsa con tecnologie e mezzi in dotazione che esaltano la professionalità degli operatori e la qualità dell’impegno profuso dalla Polizia di Stato a tutela della collettività. Proseguendo nella campagna istituzionale “Questo non è amore”, vi era presente anche il camper specializzato, vero e proprio punto d’ascolto per le donne vittime di violenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Esserci Sempre” appunto !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento