Lunedì, 22 Luglio 2024
Droga oltre confine

Un essiccatoio per cannabis, anfetamina, eroina: scoperta "centrale della droga" nel Carso sloveno

Durante la perquisizione è stato trovato uno spazio appositamente adattato per la coltivazione con 23 piantine di cannabis in vaso, circa 188 parti superiori di piante che stavano essiccando, 650 grammi di cannabis sbriciolata, 78,5 grammi di hashish, 412 grammi di anfetamina, circa mezzo grammo di eroina e 356 pillole di una droga illegale e altre sostanze presumibilmente stupefacenti

SAN PIETRO DEL CARSO (PIVKA) - Una vera e propria "centrale della droga" è stata scoperta dalla polizia slovena a San Pietro del Carso, dove un uomo aveva allestito un essiccatoio per la cannabis ma deteneva anche sostanze come anfetamine ed eroina. La polizia di Postumia ha ricevuto una segnalazione anonima secondo cui, a San Pietro del Carso, qualcuno avrebbe essiccato della cannabis. Nella zona, infatti si percepiva un forte odore della sostanza. Gli agenti della polizia di Postumia hanno verificato e confermato le accuse, sospettando che un uomo del posto stesse commettendo reati di traffico, produzione e possesso illegale di droga. Il tribunale distrettuale di Postumia ha così ordinato la perquisizione domiciliare del trasgressore.

Il 30 agosto 2023 gli agenti della polizia di Postumia hanno avviato le indagini e hanno trovato un locale appositamente preparato per la coltivazione della cannabis e un essiccatoio dove veniva lavorata la pianta. Di questo è stato immediatamente informata la procura di Capodistria. Il sospettato è stato condannato alla detenzione. Durante la perquisizione della casa è stato trovato uno spazio appositamente adattato per la coltivazione idroponica della cannabis con 23 piantine di cannabis in vaso, circa 188 parti superiori di piante che stavano essiccando, 650,35 grammi di cannabis sbriciolata, 78,5 grammi di hashish, 412 grammi di anfetamina, 0,42 grammi di eroina e 356 pillole di una droga illegale e altre sostanze presumibilmente stupefacenti. I campioni delle sostanze sequestrate sono stati inviati al Laboratorio Nazionale Forense. Ieri il sospettato di San Pietro del Carso è stato portato per un interrogatorio davanti al giudice istruttore del Tribunale di Capodistria, che ne ha ordinato la detenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un essiccatoio per cannabis, anfetamina, eroina: scoperta "centrale della droga" nel Carso sloveno
TriestePrima è in caricamento