Inaugurato a Muggia il centro estivo per nido e scuola d'infanzia

Non solo i bambini della fascia 3-6 anni, ma anche i più piccoli avranno la possibilità di frequentare una struttura comunale. Gandini: "Il nostro impegno è mirato ad aiutare le famiglie nella gestione del tempo libero dei propri figli durante i mesi estivi”

Si sono aperti stamattina i termini di iscrizione per i servizi estivi dedicati all’infanzia da parte del Comune di Muggia. Dall’11 al 25 marzo, infatti, andranno presentate le domande di iscrizione al Ricremattina, Ricremattina con pasto e Centro estivo per l’estate 2019 (tutti i dettagli sul sito del Comune di Muggia, https://www.comune.muggia.ts.it/). Novità assoluta dell’estate 2019 sarà, infatti, l’inaugurazione di un Centro estivo per i bambini dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia. Ecco, dunque, che quanto ripromesso dall’Amministrazione Marzi trova, ancora una volta, effettivo riscontro: non solo i bambini della fascia 3-6 anni, ma anche i più piccoli avranno la possibilità di frequentare una struttura comunale. “È fondamentale non sottovalutare che i servizi estivi per l’infanzia vogliono sì offrire l'opportunità di fare nuove esperienze, nuovi incontri e nuove scoperte ai nostri giovanissimi nel periodo di chiusura delle scuole, ma, al contempo, il nostro impegno è mirato ad aiutare le famiglie nella gestione del tempo libero dei propri figli durante i mesi estivi” ha precisato l’assessore Luca Gandini.

Questionari e bisogni dei genitori

“Anche quest’anno abbiamo riproposto il questionario in modo da continuare il confronto con i genitori ottenendo dei dati che hanno permesso un'analisi dei bisogni in modo da fornire risposte sempre più puntuali ed esaustive alle esigenze delle famiglie muggesane” ha fatto sapere l'assessore alle Politiche giovanili. “Facendo tesoro delle indicazioni raccolte abbiamo cercato di organizzare e potenziare il servizio offrendo risposte concrete. Chiaramente è un percorso in evoluzione, che ora attende di capire concretamente quale sia l’effettiva risposta in termini di presentazione delle domande da parte delle famiglie. Offrire servizi per i nostri ragazzi richiede un costante impegno rivolto in primis all’ascolto di quelli che sono i bisogni loro e dei loro cari, in modo da poter migliorare sempre più”.

Lo stesso Ricremattina è il frutto della rivoluzione che lo ha coinvolto nel 2017 e che ha prodotto ottimi risultati evidentemente non solo sul piano della sperimentazione di nuove estensioni di apertura del servizio, ma anche della qualità di quanto proposto.

I numeri del 2018

Dopo l'ampliamento del servizio per tutto il mese di agosto, infatti, il servizio, che prima era stato attivo tra giugno e inizio settembre ma a spezzoni, era stato anche ampliato dal punto di vista orario al primo pomeriggio nella struttura parrocchiale del ricreatorio Penso. Il servizio educativo del Comune di Muggia ha dimostrato di essere chiaramente sempre più apprezzato, tanto da aver superato, negli ultimi due anni, le più rosee previsioni in termini di adesioni. Quasi 350 iscritti per 6 settimane, 80 già solo per il primo turno contro i 59 dell’anno precedente: sono questi gli importanti numeri di un 2018 che seguivano a quelli peraltro già in forte crescita dell’anno precedente.

A chi è rivolto il servizio?

Il servizio è rivolto ai bambini che frequentano l’asilo nido, la scuola dell’infanzia e la scuola primaria nell’anno scolastico 2018/2019 e viene erogato sulla base di due turni bisettimanali.

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Annegamento al Molo G di Barcola: giovane in condizioni critiche

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

Torna su
TriestePrima è in caricamento