Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Isontino

Centri massaggi "a luci rosse" chiusi per la seconda volta a Monfalcone

Il gestore dell'epoca era stato arrestato per sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale. Ora la chiusura di 5 giorni per violazioni urbanistiche e delle norme anti Covid

Sono stati chiusi per cinque giorni due centri massaggi di Monfalcone, gestiti da persone di nazionalità cinese. Come rivela un servizio di Telequattro le due attività erano state già sede di indagini nel gennaio del 2020, al termine delle quali era stato arrestato il gestore dell'epoca, un cittadino cinese di 46 anni, per sfruttamento della prostituzione, violenza sessuale e lesioni personali. La chiusura di questi giorni, invece, è scattata dopo che la Polizia locale ha rilevato violazioni urbanistiche e, in uno dei due centri, anche mancanze nel rispetto della normativa Covid. Per questo è stata applicata una sanzione di 400 euro e anche la chiusura per 5 giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri massaggi "a luci rosse" chiusi per la seconda volta a Monfalcone

TriestePrima è in caricamento