Vetrine virtuali e consegne a casa: nasce il primo centro commerciale virtuale della città

Da "Siamo Trieste" un aiuto fattivo ed efficace alle realtà commerciali triestine. Il marketplace verrà ospitato dalla piattaforma Italian Districts che gestirà tutti i progetti sportivi, culturali e sociali attraverso il cashmove.

“Siamo Trieste” evolve in un progetto a livello nazionale e farà partire dal 15 maggio il primo centro commerciale virtuale della città, che vuole innanzitutto rappresentare un aiuto fattivo ed efficace alle realtà commerciali triestine in un momento di crisi come questo. I commercianti che da subito hanno aderito al progetto, infatti, potranno aderire gratuitamente ad uno strumento unico nel suo genere, in grado di riattivare un circuito economico bloccato dal lockdown in corso: un marketplace ospitato dalla piattaforma Italian Districts che gestirà tutti i progetti sportivi, culturali e sociali attraverso il cashmove.

Come funziona

Lo spazio fisico rappresentato dal negozio verrà ricreato in modo virtuale, consentendo a tutti i clienti di entrare ed acquistare i prodotti presenti in quello specifico negozio, contribuendo a finanziare la causa che sta loro più a cuore. Una filosofia quindi diversa da altri famosi siti di e-commerce, dei quali viene in ogni caso mantenuta la possibilità – fondamentale in questo periodo – di poter ricevere la merce direttamente a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Italian Districts e Siamo Trieste

 "Italian Districts è la naturale evoluzione del progetto Siamo Trieste” – afferma il co- fondatore Alessandro Martelli – “ed abbiamo deciso di partire proprio da chi ci ha già dato fiducia, regalando a ciascuno 50 vetrine virtuali in cui proporre i propri prodotti, ora fermi nei negozi chiusi. Il centro commerciale virtuale sarà aperto ad ogni tipo di attività commerciale e rappresenterà anche la prima pietra del sistema integrato che creeremo tra tutti i distretti d’Italia in cui nasceranno sistemi sulla falsariga di Siamo Trieste.” “La risposta è già stata molto positiva” – conclude Martelli – “cosa che ci rende particolarmente soddisfatti ed orgogliosi, soprattutto alla luce del segnale che abbiamo voluto dare in questo momento.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento