rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Focus sul territorio / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza del Perugino

Strade più sicure, “ronde”, tolleranza zero su deieizioni canine e rifiuti ingombranti: le proposte del centrodestra in V circoscrizione

I consiglieri del centrodestra hanno illustrato le linee programmatiche della futura attività nel parlamentino per l’area Barriera Vecchia – San Giacomo. Cecco (Ld): “Vogliamo essere il tramite tra le realtà locali e l’amministrazione comunale”

Più sicurezza in zone come piazza Perugino e piazza Garibaldi, magari con le “ronde” dei cittadini, più attenzione ai problemi di deiezioni canine e rifiuti ingombranti e interventi puntuali in alcune vie “trascurate” o “pericolose per la sicurezza stradale”. Sono alcune delle criticità, con relative proposte, illustrate in conferenza stampa dai consiglieri di centrodestra della quinta circoscrizione (Barriera Vecchia – San Giacomo). Tra le priorità dei consiglieri il tema della sicurezza, anche stradale. 

Così Maurizio Ciani (FdI): “Alla luce di fatti come la sparatoria di via Carducci e l’accoltellamento in scala dei giganti, riteniamo necessari più controlli, anche da parte di cittadini comuni assicurati e organizzati, magari ex militari, come succede in altre città. Una soluzione peraltro proposta dal prefetto Valenti, che ha parlato di mancanza del personale”. Secondo il centrodestra del parlamentino, in piazza Perugino “c’è un problema di atti vandalici, e anche se la situazione è migliorata, nella vicina piazza Garibaldi si assiste spesso a scene di ubriachezza e mancato rispetto delle norme sanitarie”.

Per quanto riguarda la sicurezza stradale diversi sarebbero gli interventi da portare a termine: “Nell’incrocio tra via Limitanea e via Settefontane c’è un incidente al giorno, alcuni anche gravi, bisognerebbe come minimo mettere un segnale di dare precedenza”, spiega alessandro Tramarin della Lega.

“Vogliamo essere un tramite tra la realtà locale e l’amministrazione comunale – spiega Giorgio Cecco della Lista Dipiazza e coordinatore regionale di FareAmbiente – e lavoreremo per una maggiore attenzione alle problematiche ambientali, è necessario portare più verde nella circoscrizione e portare più sicurezza nei nostri giardini pubblici, magari reinserendo la figura del custode”.

In particolare, sono stati segnalati problemi di sicurezza in villa Engelmann, dove ci sono stati episodi di spaccio e problemi con alcuni adolescenti molesti che arrecano disturbo ai visitatori “anche se le forze dell’ordine – ha precisato Tramarin – dopo le segnalazioni sono più presenti nel parco”. Altri giardini, soprattutto in estate, sarebbero teatro di chiassosi bivacchi notturni (ad esempio in via del Veltro). 

Molto sentito il problema delle deiezioni canine soprattutto in prossimità dell’ospedale maggiore (con disagi a chi ha problemi di deambulazione e gravita intorno alla struttura ospedaliera), e in via Matteotti. Sono state proposte svariate soluzioni tra cui un incremento delle guardie ambientali della Polizia locale, con turni suddivisi per coprire un orario 6 – 22, e l’inasprimento delle sanzioni, specie dopo comportamenti recidivi. Rilevato anche un problema di abbandono di rifiuti ingombranti, soprattutto in via Pascoli e in via Gambini.

Si è poi parlato di via Foschiatti: “dopo la pedonalizzazione sotto la giunta Cosolini – ha spiegato Cecco – la via è stata lasciata a se stessa, occorre ripavimentarla e i commercianti hanno chiesto anche la videosorveglianza”. Sarà inoltre stilato e inviato al Comune un elenco di luoghi e vie che necessitano la manutenzione dei marciapiedi, alcuni dei quali con buche e irregolarità. “Dipiazza ha fatto tanto – si affretta a precisare Cecco – ma per l’immobilità della precedente amministrazione Cosolini molto resta ancora da fare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade più sicure, “ronde”, tolleranza zero su deieizioni canine e rifiuti ingombranti: le proposte del centrodestra in V circoscrizione

TriestePrima è in caricamento