rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
la vittima

Muore schiacciato da una gru: chi era Daniele Zacchetti

L'operaio veneto ha perso la vita a 58 anni lasciando un vuoto incolmabile nei cuori dei suoi compagni di lavoro, degli amici edi tutta la sua famiglia

Una morta assurda e ingiusta, perchè le morti sul lavoro non sono altro che assurde e ingiuste. Eppure è successo, per l'ennesima volta. Questa volta è toccato a Daniele Zacchetti, che nella mattina di oggi ha perso la vita in Porto schiacciato da una gru. L'operaio veneto è morto a 58 anni lasciando un vuoto nei cuori dei suoi colleghi di lavoro, famiglia e amici.

Occhiali da sole, pizzetto e un corpo pieno di tatuaggi, sicuramente dispari come quei marinai che per buon auspicio immortalavano sulla pelle la partenza, l'arrivo e il rientro. Ma anche una croce al collo e un sorriso che sapeva svelare la sua dolcezza. Daniele guardava al mondo con gli occhi di chi sa leggere tra le righe e con consapevolezza, senza però mai rinunciare alla speranza e alla fiducia in un'umanità che spesso è capace anche di tradirci. Consapevole del valore della vita era riuscito ad attorniarsi da persone che ne apprezzavano l'animo. Daniele amava la comicità, lo sport e il mare: sapeva assaporare ogni istante. Dal Porto era solito immortalare Trieste e le sue luci o le giganti navi bianche che attraccavano, condividendo con i suoi amici la magica città dove lavorava. Ora lo potrà fare da lassù.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore schiacciato da una gru: chi era Daniele Zacchetti

TriestePrima è in caricamento