Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Eredità al figlio mai riconosciuto e nato dall'amore con una triestina: l'appello dalla Svezia, si cerca un 63enne

L'incredibile storia è stata raccontata nella puntata di ieri 28 aprile dal celebre programma televisivo Chi l'ha visto. La moglie del padre naturale: "Avrebbe sempre voluto conoscerti, se ci stai guardando fatti avanti"

È nato a Trieste nel 1958, potrebbe chiamarsi Michael o Michele ed il padre che non ha mai conosciuto ha fatto testamento in suo favore, nominandolo unico erede. L’incredibile storia raccontata nella puntata di Chi l’ha visto di ieri 28 aprile è quella relativa all’appello lanciato dalla Svezia da Mona, moglie di Malcom (il padre naturale del 62enne e morto qualche tempo fa ndr), per finalmente ritrovare, dopo svariati decenni, il destinatario dell’eredità. “Diceva sempre che avrebbe voluto conoscerlo – ha raccontato la moglie nel bel servizio curato dalle giornaliste Francesca Carli e Serena Antonelli del celebre programma televisivo in onda su Rai3 –, se mi stai guardando fatti avanti, sarei contentissima di incontrarti”.

La storia

La vicenda narra l’amore di un uomo verso quel figlio mai riconosciuto di cui si sa solo che è nato a Trieste nel novembre del 1958. Mona possiede anche alcune fotografie che ritraggono il piccolo assieme ad una donna, che potrebbero raffigurare sia la madre naturale che la nonna. La storia in realtà parte da lontano, quando Malcom arriva a Londra alla fine degli anni Cinquanta dalla Guyana, paese dove è nato. Quando giunge nella capitale britannica trova una metropoli in fermento. È proprio lì che conosce la giovane ragazza triestina, a quel tempo in terra inglese per imparare la lingua. Lei si mantiene facendo la ragazza alla pari, mentre il futuro di lui è ancora incerto. Una sera, in un club frequentato da italiani, come descritto da Chi l’ha visto, Michael e la “mula” si conoscono. Sboccia l’amore ed una frequentazione che porterà la giovane triestina a rimanere incinta. A causa della gravidanza, però, perde il lavoro e si vede costretta a lasciare l’Inghilterra, tornando a Trieste. 

photo5787492767100941791-2

Da Londra a Trieste

È qui che il piccolo Michael (o Michele?) verrà partorito. Nel frattempo, il padre naturale risponde alla chiamata alle armi e viene mandato a svolgere il servizio militare a Cipro. Non vedrà mai più suo figlio. Una volta finito di servire la Corona, Malcom conoscerà Mona e si trasferirà in Svezia, dove diventerà uno dei primi dj di colore della storia svedese, riscuotendo un discreto successo. Dopo la sua morte, la moglie ha definitivamente intrapreso la strada per ritrovare il figlio del marito e mai riconosciuto. In merito alla richiesta di informazioni è stato interessato l’ufficio anagrafe del Comune di Trieste e l’assessore competente Michele Lobianco.

Raccogliamo anche noi come TriestePrima l’appello lanciato per ritrovare il 63enne triestino. Qualsiasi segnalazione si può mandare a redazione@triesteprima.it.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eredità al figlio mai riconosciuto e nato dall'amore con una triestina: l'appello dalla Svezia, si cerca un 63enne

TriestePrima è in caricamento