Cronaca

Troppo vicine al mare, sequestrate le brandine del chiringuito di Canovella

Il sequestro è stato disposto dagli uomini della Guardia costiera che sono intervenuti sul posto. Le brandine erano state posizionate in un'area che fa parte del Demanio marittimo

foto tratta da Igor Gabrovec

Dopo il blitz della Guardia di finanza a Portopiccolo anche a Canovella degli zoppoli va in scena un ulteriore sequestro. A finire nel mirino della Capitaneria di porto sono state le sdraio che i titolari del celebre Chiringuito avevano posizionato troppo vicino al mare, violando la legge che vuole la zona vicino all'acqua parte del Demanio Marittimo. Gli uomini della Guardia costiera sono quindi intervenuti sul posto, mettendo sotto sequestro le sdraio. Sulla questione è intervenuto il consigliere Igor Gabrovec. "I frequentatori locali si chiedono anche com'è possibile che il bar abbia esteso tavoli e ombrelloni fino alla banchina del porticciolo, sottraendo il già poco spazio per i bagnanti. E sono domande che da tempo poniamo anche come consiglieri comunali di opposizioni all'amministrazione Pallotta, considerato che a Duino Aurisina le spiagge libere sono diventate ormai un miraggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo vicine al mare, sequestrate le brandine del chiringuito di Canovella

TriestePrima è in caricamento