menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schiamazzi e ubriachi in via Settefontane, la Polizia fa chiudere un bar

Un bar molto frequentato nella zona e gestito da una cittadina di origine rumena, è stato chiuso dopo mesi durante i quali la Polizia è intervenuta diverse volte. Il gestore denunciato anche per aver "ostacolato l'identificazione degli avventori"

Chiuso un bar di via Settefontane per dieci giorni perché frequentato da avventori un po' troppo entusiasti. L'eufemismo utilizzato è da ricondurre alla vicenda, fresca di questa mattina, della chiusura di un bar molto frequentato di via Settefontane. La disposizione durerà per dieci giorn; la misura è stata attuata in ragione dei molti interventi della Polizia, chiamati più volte durante gli ultimi mesi. Gli schiamazzi troppo forti, hanno allertato anche i residenti e le forze dell'ordine si sono recate sul posto per cercare di "tamponare" la situazione. 

La denuncia

A farne le spese è stata una cittadina rumena del 1999, gestore del bar, che è stata anche deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per aver ostacolato l’attività di controllo e di identificazione degli avventori attuata dagli agenti intervenuti. Non avrebbe aiutato le forze dell'ordine nell'azione di identificazione, forse per "coprire" qualche situazione particolare e privata. 

L'espulsione 

Inoltre, è stato munito di decreto di espulsione e accompagnato presso un centro di temporanea permanenza in attesa di lasciare il territorio nazionale un cittadino kosovaro, arrestato a fine agosto dall’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura assieme ad altri due suoi connazionali, autori di un furto in un bar di via Svevo. 

I controlli nella settimana di Barcolana

Proseguirà anche nella settimana entrante l’attività di controllo e di prevenzione del territorio attuata dal personale della Questura soprattutto nelle zone di maggiore afflusso della città, come quella circostante la stazione ferroviaria, tenuto conto anche dei tanti eventi in programma in occasione della “Barcolana”. Durante questa settimana gli equipaggi dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e dei Commissariati, con l’ausilio del personale del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, hanno identificato 1379 persone e 666 veicoli; 19 gli indagati e 4 gli arrestati. 60 i posti di controllo effettuati e 7 sono stati gli esercizi pubblici sottoposti ad attività di controllo amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento