Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Via Carlo de Marchesetti

Danno il cibo ai cinghiali: 300 euro di multa

Due persone sono state fermate e identificate dalla Polizia Locale in via Marchesetti per aver lasciato del alimenti agli animali selvatici: «Acquisiscono maggior familiarità con l'ambiente sconfinando spesso in orti e giardini o lungo le vie costituendo un pericolo per la circolazione e la sicurezza stradale»

Dal 2008 un'ordinanza del Comune di Trieste vieta di alimentare i cinghiali: un provvedimento adottato in seguito alle criticità emerse dalla comparsa di questa specie selvatica in ambito periurbano, incoraggiata anche dall'abitudine di alcune persone di depositare cibo sul ciglio delle strade o tra i cespugli adiacenti. «A causa di questo comportamento - spiega una nota della Polizia Locale -, gli animali acquisiscono così maggior familiarità con l'ambiente sconfinando spesso in orti e giardini, danneggiandoli; ma, soprattutto, il loro girovagare costituisce un serio pericolo alla circolazione e alla sicurezza stradale. L'interferire poi, con la naturale alimentazione dei cinghiali, impatta notevolmente con il loro aumento demografico, ingigantendone le problematicità».

Sono numerose le segnalazioni ricevute dalla Polizia Locale in merito a questo comportamento: l'altro giorno una pattuglia ha individuato due persone che avevano appena depositato del cibo per i cinghiali in via Marchesetti. Sono state perciò identificate e multate sulla base dell'Ordinanza, che prevede una sanzione da 300 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danno il cibo ai cinghiali: 300 euro di multa

TriestePrima è in caricamento