menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Impennata" di cicloturisti a Muggia: + 13% e un milione di indotto nel 2019

Quasi 17mila i turisti in bicicletta, soprattutto stranieri diretti verso la Slovenia. Il territorio continua a essere principalmente "di passaggio" e solo una percentuale dal 20 al 25% pernotta, ma i feedback sono positivi e chi vede la città per la prima volta vorrebbe tornarci

Aumentano di circa il 13% i turisti in bicicletta a Muggia, che nel 2019 sono stati quasi 17mila, soprattutto stranieri, che hanno portato alla città un indotto di oltre un milione di euro tra pernottamenti, ristorazione e commercio. Lo comunica il portale www.viaggiareslow.it, in base ai dati di tour operator italiani e stranieri, di PromoTurismo FVG, e tenendo conto degli accessi presso l'Info/Bike point di Piazza Caliterna a Muggia.

I dati

Crescente l'interesse per la città da parte delle agenzie: al momento 15 tour operator propongono nel loro catalogo viaggi con transito o con pernottamento nel comune rivierasco, anche se il territorio continua a essere principalmente "di passaggio" e solo una percentuale dal 20 al 25% si ferma per una notte o più. Il 90% dei cicloturisti che passano per Muggia sono diretti a sud, (Istria - Slovenia), e percorrono principalmente la Parenzana (65%), mentre il 35% è diretto verso Capodistria. Dai feedback raccolti, risulta che chi ha visitato Muggia per la prima volta ha avuo una buona impressione e vorrebbe ritornarci. Anche per quanto riguarda il trekking (nello specifico l’Alpe Adria Trail) c'è stata una crescita, stimabile in alcune migliaia di presenze l'anno.

Grande festa per il bike sharing, in città sbarcano le biciclette a noleggio

Da dove arrivano i cicloturisti?:

Il 65% di questi turisti arrivano dall'estero, soprattutto dall'Austria (25%), dalla Germania (15%), dai paesi dell'Est come Slovenia e Repubblica Ceca (15%) e il restante 10% da altri paesi (Svizzera, Francia, Olanda, Spagna e altri). Gli stranieri sono in crescita dell'8%  ma aumentano leggermente anche i turisti italiani, che rappresentano il 35% del totale, principalmente dal Triveneto (40%), dalla Lombardia e dall'Emilia Romagna. I numeri non considerano i passaggi dei turisti di prossimità o escursionisti transfrontalieri che sono presenti durante l’intero arco dell’anno sul territorio.

Incrementi analoghi anche nelle vicine aree turistiche, quali quelle dell’Istria slovena e croata, dell'AlpeAdria e della regione litorale-quarnerina. In partiolare, i contatori numerici (senza distinzione tra turisti, sportivi e residenti) hanno rilevato nel 2019 389mila passaggi di ciclisti lungo il tratto costiero da Capodistria a Isola e 125mila nel tratto interno tra Isola e Portorose nei pressi della galleria Valeta (rispettivamente 345.000 e 105.000 nel 2018). Aumentano i flussi anche sullaCiclovia Alpe Adria (Salisburgo-Grado).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento