Cronaca Piazza Giuseppe Verdi

Cimeli antichi, focacce e una vera officina: apre «Bike bistrò» (FOTO)

Il locale in Piazza Verdi custodisce una mostra permanente di cimeli che hanno fatto la storia del ciclismo, un'officina e tante bontà da gustare

Oggi, 11 febbraio, alle 17:00 inaugura il nuovissimo Bike Bistrò, un locale dedicato agli appassionati di bici che coniuga l'amore per il ciclismo ed il buon cibo.

Il locale apre le sue porte in piazza Verdi e prende il posto della pizzeria "Di Fronte al Verdi". L'idea nasce dalla collaborazione fra Walter Gustin, già titolare di locali noti e di successo come il "Draw" e lo "040", ed il giovane Andrea Spadaro, il quale si è occupato di arredare il locale sfruttando la sua grande collezione di cimeli dedicati alle due ruote.

«La mia passione viene da mio nonno e mio zio: loro correvano in bici. Io personalmente ho cominciato ad appassionarmi alle moto ma, col tempo, la bici mi ha conquistato. Ricordo la mia esperienza in Inghilterra, là tutti vanno in bicicletta ed hanno per lo più bici italiane. La mia collezione viene fuori dalle cantine, fiere...quelle che vedrete appese le ho riparate facendole rinascere». Una sorta di mostra permanente, all'intero della quale, si coltiva anche l'idea di creare un vero e proprio punto di aggregazione: un luogo dove condividere le proprie passioni in un' epoca dove tutto passa attraverso i social ed i gruppi sono più su Facebook che nella realtà.

«Abbiamo anche una piccola officina. Qui si può fare qualche lavoretto come cambiare le ruote o i freni. D'estate prevediamo di inserire anche una rastrelliera davanti al locale, in modo da agevolare chi si muove in bici». Da Bike Bistrò tutto ricorda il mondo dei ciclisti. L'arredamento è composto prevalentemente da mobili in legno ravvivati da qualche dettaglio vintage colorato mentre lungo la parete scorre una linea rossa, la "linea degli sprinter", indicante la corsia ottimale dei ciclisti. Anche le oliere nascondono piccoli ritagli della Gazzetta e raccontano le storie dei grandi campioni. E poi sovrasta lei, la bici che ha accompagnato il grande Pantani. «Non è proprio la sua, quella con cui correva –specifica Andrea– ma so per certo che ha accompagnato le sue trasferte e che veniva usata per le esposizioni dalla sua squadra»

Non meno cura e importanza verrà riservata alle pietanze, le quali andranno a pari passo con la filosofia del locale: «Avremo gustosissime focacce o pizze al taglio realizzate con farine antiche e impasti a lunga lievitazione» ha dichiarato Walter Gustin. «La qualità resterà la stessa, saremo solo più veloci. Non mancheranno anche i frullati, centrifughe di frutta e bacche per ricaricarsi totalmente»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimeli antichi, focacce e una vera officina: apre «Bike bistrò» (FOTO)

TriestePrima è in caricamento