Tamponi obbligatori, caos Fvg a causa di oltre 5000 richieste nelle ultime 24 ore

A diffondere il dato è la stessa Regione Friuli Venezia Giulia che con l'assessore alla Salute Riccardo Riccardi ribadisce l'impegno per far fronte all'elevatissimo numero di richieste che ha mandato in "tilt" il sistema

Nelle ultime 24 ore oltre cinquemila persone hanno richiesto informazioni ai Dipartimenti di prevenzione del Friuli Venezia Giulia per poter effettuare il tampone reso obbligatorio dall'ordinanza firmata nei giorni scorsi dal ministro della Salute Roberto Speranza. A renderlo noto è lo stesso esecutivo targato Fedriga attraverso le parole dell'assessore regionale Riccardo Riccardi. A fronte dell'ondata di mail inviate e delle altrettante telefonate effettuate, il vicegovernatore fa sapere che "il Sistema sanitario regionale sta organizzando le risposte che
cercherà di assicurare nel minor tempo possibile".

Sistema in tilt

Sottolineando "l'impegno di tutti per ridurre i tempi di attesa", la Regione tenta di far ordine nel caos che si è scatenato dopo la notizia dell'obbligatorietà del test per tutti i cittadini italiani provenienti dalla Croazia, Grecia, Malta e dalla Spagna. Secondo la Regione si starebbe ragionando su soluzioni immediate per irrobustire un sistema reso fragile dalle "due ore di preavviso nella settiana di Ferragosto". Inoltre, Riccardi sostiene che il quadro sia complesso anche a causa di ulteriori fenomeni che "intasano" il lavoro del Sistema Sanitario Regionale. 

Gli altri nodi

Per il forzista, infatti, la questione tamponi va a sommarsi alla gestione dei migranti (i rintracci sono avvenuti anche oggi tra il Carso e la zona alle porte di Udine ndr) le vaccinazioni e le procedure in vista dell'avvio dell'anno scolastico. Nella giornata in cui anche TriestePrima ha ricevuto decine di segnalazioni dalla Croazia da parte di corregionali in merito alle difficoltà riscontrate per prenotare il tampone, la Regione ribadisce la necessità di contattare i Dipartimenti di prevenzione inviando una mail, agli indirizzi riportati di seguito.

Gli indirizzi a cui inviare la mail

ASU FRIULI CENTRALE - Udine covid19.prevenzione@asufc.sanita.fvg.it;

ASU FRIULI CENTRALE - Gemona del Friuli segr.dip@asufc.sanita.fvg.it;

ASU FRIULI CENTRALE - Latisana/Palmanova infettive.bassafriulana@asufc.sanita.fvg.it;

ASU GIULIANO ISONTINA - infettive.profilassi@asugi.sanita.fvg.it

ASU GIULIANO ISONTINA - Trieste profilassi.dip@asugi.sanita.fvg.it;

AS FRIULI OCCIDENTALE - Pordenone covid19.segnalazioni@asfo.sanita.fvg.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento