menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cipe, via Libera alla Piattaforma Logistica di Trieste. Finanziamento di 32 Milioni di Euro

Nella sua seduta svoltasi ieri, il CIPE-Comitato Interministeriale Programmazione Economica, presieduto dal presidente del Consiglio dei ministri Mario Monti, ha approvato su proposta del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Corrado Passera...

Nella sua seduta svoltasi ieri, il CIPE-Comitato Interministeriale Programmazione Economica, presieduto dal presidente del Consiglio dei ministri Mario Monti, ha approvato su proposta del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Corrado Passera il progetto definitivo per la creazione dell' "hub" portuale per lo scalo di Trieste, con la possibilità di realizzare una nuova piattaforma logistica grazie ad un ampliamento della superficie operativa di circa 250.000 metri quadrati.

Alla riunione del CIPE a Roma sono intervenuti anche gli assessori regionali alle Finanze e alla Programmazione Sandra Savino ed alle Infrastrutture Riccardo Riccardi. Di fatto la decisione del Comitato "sblocca" i 32 milioni di euro che un decreto dello stesso ministro Passera aveva deliberato lo scorso 24 febbraio.

Il progetto era già stato approvato - una decina di giorni fa - nella riunione preparatoria del CIPE (il cosiddetto "pre-CIPE"). "Proprio dopo il pre-CIPE del 19 aprile - commentano gli assessori Savino e Riccardi - eravamo ragionevolmente certi di una positiva valutazione del progetto da parte del Comitato, ma ora possiamo ufficialmente dichiarare che un grande passo avanti per il Porto di Trieste si è compiuto, dopo un' 'attesa' che si è protratta per troppo tempo, per troppi anni, se consideriamo che di piattaforma logistica per lo scalo giuliano si iniziò a parlare addirittura una decina di anni fa.

Della decisione del CIPE, per questo obiettivo finalmente raggiunto, vogliamo ringraziare, a nome del presidente Renzo Tondo, il Governo nazionale".

"Assieme al presidente della Regione Renzo Tondo - che ricordiamo aveva interessato su questo tema il ministro Passera anche pochi mesi fa - non possiamo dunque che essere soddisfatti per la decisione del CIPE, che libera i primi finanziamenti statali per l'avvio dell'opera", sottolineano Savino e Riccardi.

"La piattaforma logistica del Porto di Trieste rappresenta veramente un'operazione in grado di rilanciare le attività del Porto di Trieste ma, più in generale, quelle dell'intero sistema portuale del Friuli Venezia Giulia", osservano Savino e Riccardi: "anche alla luce di questo risultato, lungamente atteso ma costantemente sollecitato, l'impegno della Regione va ora canalizzato verso le decisioni del Parlamento e del Consiglio europei, che saranno chiamati ad ufficializzare il prolungamento verso i porti del Friuli Venezia Giulia del Corridoio Baltico-Adriatico (da Helsinki e dagli scali baltici all'Adriatico settentrionale), già inserito a fine 2011 dal presidente della Ue Manuel Barroso tra le priorità infrastrutturali dell'Europa". C

Come previsto dalla normativa, la delibera CIPE relativa al Porto di Trieste verrà inviata alla Corte dei Conti per la necessaria registrazione e successivamente sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento