rotate-mobile
Regionali

Regionali, il ministro Ciriani per Soccimarro: “Importante mantenere dialogo Trieste-Roma”

Il governatore del FVG Massimiliano Fedriga e il ministro per i rapporti con il Parlamento all'incontro pubblico dal titolo “Il Governo di centrodestra da Roma a Trieste”

Si è tenuto sabato 4 marzo, nella sede elettorale di Fratelli d'Italia, l’incontro pubblico dal titolo “Il Governo di centrodestra da Roma a Trieste”. Presenti, per sottolineare il lavoro degli ultimi cinque anni del candidato meloniano e assessore uscente della Giunta Fedriga, Fabio Scoccimarro, il presidente del FVG Massimiliano Fedriga e il ministro  per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani.

Nel corso dell'incontro, Fedriga ha ribadito le misure e le politiche per le famiglie come ”la dote famiglia di 500 euro o il bonus asili nido che, di fatto, lo rende gratuito dal secondo figlio, ma anche lo sconto del 50 per cento per studenti e over 65 sul trasporto pubblico locale". "Tutte azioni concrete, anche per l'ambiente (non come afferma maldestramente l’opposizione) con la misura più ampia mai vista in regione dei 100 milioni di euro per il fotovoltaico ai privati cittadini”.

“Abbiamo raddoppiato i fondi per l’Ambiente in Regione – ha quindi ribadito Fabio Scoccimarro -, passando da 78 a 146 milioni di euro. Tutto si può dire, tranne che questa Giunta non abbia fatto nulla per l'Ambiente. Forse perché qualcuno vuole ancora considerare il tema proprietà di quella sinistra ambientalista ideologica e non come noi che invece siamo per lo sviluppo sostenibile delle nostre economie. La prova ne è il caso ferriera di Servola: il PD l’aveva tenuta aperta e noi l’abbiamo riconvertita garantendo un florido futuro economico e lavorativo, sostenibile ambientalmente, al porto e all’industria”.

“La sfida del buon governo l'abbiamo vinta. Qui come a Roma”, ha esordito il ministro Luca Ciriani. “A dicembre 2017 abbiamo fatto qui il congresso di Fratelli d’Italia proprio per volontà di Fabio Scoccimarro, un congresso che resterà nella storia". “Tanti ci criticano per le scelte, ma siamo stati coerenti, mai con il PD e mai con i 5 stelle – ha voluto sottolineare Ciriani -. Abbiamo la fortuna di avere una grande leader, donna, che è arrivata al successo non perché di sesso femminile, ma perché è brava, perché se lo meritava e lo sta dimostrando a livello internazionale. Perché questa è una storia italiana esemplare: con il proprio lavoro, vincendo le sfide, con impegno, si arriva a risultati eccezionali”. “Questo è anche il nostro modo di intendere la politica, come abbiamo dimostrato anche con il presidente Fedriga: anche se il nostro consenso è più che raddoppiato negli ultimi anni non abbiamo mai chiesto un grammo in più di potere – ha tenuto a ribadire Luca Ciriani -. Ma continuato a lavorare e confermare elezione dopo elezione il nostro consenso.”

Il ministro Ciriani ha quindi ripreso quanto anticipato anche dal collega del Urso (Sviluppo economico e Made in Italy) sul porto di Trieste “dove grazie a anche a Scoccimarro abbiamo vinto la sfida epocale della Ferriera e del porto di Trieste che può diventare quello più importante d'italia in ottica internazionale”. “Ora abbiamo la sfida più importante – ha concluso Ciriani – è quella di costituire un governo regionale di dialogo con quello nazionale”.

Sul tema dell’immigrazione, Scoccimarro e Ciriani hanno ribadito che “deve essere europeo, non può essere solo italiano. Questa è la nostra politica e posizione, di certo di comprensione totale delle tragedie e nei confronti di queste persone che sono vittime dei mercanti di morte e trafficanti di esseri umani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, il ministro Ciriani per Soccimarro: “Importante mantenere dialogo Trieste-Roma”

TriestePrima è in caricamento