L'evento

La magia del Cirque de Soleil arriva a Trieste: è l'unica nuova tappa italiana

Lo spettacolo 'Alegria - In a New light' dal 13 giugno al 13 luglio del 2025, con un cast internazionale di 54 acrobati, clown, musicisti e cantanti

TRIESTE - Trieste sarà l'unica nuova tappa italiana del tour del Cirque du Soleil, con lo spettacolo 'Alegria - In a New light' dal 13 giugno al 13 luglio del 2025, definito il più spettacolare e uno fra i più imponenti show mai andati in scena in Friuli Venezia Giulia. La compagnia celebra il 40° anniversario della fondazione annunciando in città le date italiane del tour internazionale e il suo debutto a Trieste, unica nuova piazza (altre tappe solo Roma e Milano).  "Alegría - In A New Light" è la  rivisitazione creativa del celebre spettacolo del 1994 acclamato in tutto il mondo: nuova regia, nuovi arrangiamenti musicali, numeri acrobatici inediti, coreografie, costumi e trucco rinnovati e scenografie di grande impatto, trasporteranno il pubblico di tutte le età e di tutte le provenienze in un universo mistico e visivo pieno di poesia, grazie a un cast internazionale di 54 acrobati, clown, musicisti e cantanti. 

Ancora da definire la location in città della struttura che ospiterà lo show tra le cinque opzioni che Comune e Rossetti stanno prendendo in esame, mentre è già quantificabile l'indotto - circa 700mila euro - portato solo dal soggiorno a Trieste di tutta la macchina organizzativa per il periodo dell'allestimento e della messa in scena dello spettacolo.

"Questo significa innestare una capacità attrattiva della regione proiettata oltre i confini e che coinvolge anche Austria, Slovenia e Croazia - ha detto il presidente della Regione Massimilano Fedriga nell'annunciare l'evento -. Il tutto si inserisce in un anno che vedrà con GO!2025 e le altre grandi manifestazioni, tra cui la mostra 'Confini' che sarà allestita a Villa Manin, il Friuli Venezia Giulia al centro di un'offerta culturale senzazionale". Hanno partecipato alla conferenza stampa anche l'assessore regionale al turismo Sergio Emidio Bini, il presidente del Teatro Rossetti Francesco Granbassi e il vicesindaco di Trieste Serena Tonel.

Da parte sua l'assessore Bini ha ricordato quanto la Regione stia investendo in una serie di grandi appuntamenti capaci di attrarre pubblico e turisti. "E i risultati - ha aggiunto Bini - si vedono anche quest'anno, con degli indici di prenotazione che, nonostante il maltempo, sono più che incoraggianti".

Il vicesindaco Tonel ha dichiarato che "L’Amministrazione comunale è a disposizione per curare gli aspetti organizzativi e logistici della tappa, che presentano una certa complessità. Consideriamo inoltre un vero e proprio prestigio avere l’opportunità di ospitare sul nostro territorio lo spettacolo, non solo per l’alta levatura di quest’ultimo ma anche in termini di visibilità, di promozione ed economici".

Ancora da definire la location in città della struttura che ospiterà lo show tra le cinque opzioni che Comune e Rossetti stanno prendendo in esame, mentre è già quantificabile l'indotto - circa 700mila euro - portato solo dal soggiorno a Trieste di tutta la macchina organizzativa per il periodo dell'allestimento e della messa in scena dello spettacolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La magia del Cirque de Soleil arriva a Trieste: è l'unica nuova tappa italiana
TriestePrima è in caricamento