Cronaca

Civica Benemerenza al Burlo, Dipiazza: «Da 160 anni riferimento ed eccellenza triestina»

A 160 anni dalla fondazione, Civica Benemerenza al Burlo. La cerimonia è stata celebrata questa mattina alla sala del Consiglio comunale.

In occasione del 160° anniversario della Fondazione, è stata conferita dal sindaco Roberto Dipiazza la Civica Benemerenza all'ospedale Burlo Garofalo.

La motivazione è stata riferita dal sidaco durante la cerimonia tenutasi questa mattina nella sala del Consiglio comunale di Trieste: «In segno di gratitudine per quanto ha offerto e continua a offrire alla collettivita’, fin dalla sua fondazione, avvenuta il 19 novembre 1856, quale ospedale di alta specializzazione e di rilievo nazionale per la salute della donna e del bambino».

Alla cerimonia sono intervenuti anche il presidente del Consiglio comunale Marco Gabrielli, il vicesindaco Pierpaolo Roberti, gli assessori Carlo Grilli e Angela Brandi, il senatore Francesco Russo, la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat nonché i vertici del Burlo e numerosi consiglieri comunali.

«Da oltre un secolo e mezzo -ha detto il sindaco Roberto Dipiazza- il Burlo con professionalità, cura, capacità innovativa e volontà di eccellere è il riferimento per la cura e la salute delle famiglie della città di Trieste. Con spirito di servizio i medici e il personale tutto lavorano e hanno lavorato ogni giorno e ogni notte per curare i più piccoli e fragili, ottenendo eccellenti risultati che vanno ben oltre ai confini territoriali». «Oggi il Burlo -ha proseguito il primo cittadino- è punto di riferimento per tutto il Friuli Venezia Giulia per quanto attiene l'assistenza e la ricerca scientifica in ambito materno-infantile, cura bambini e mamme di tutta la regione e anche dal resto d'Italia per patologie complesse che richiedono alta specializzazione. L’Istituto porta il nome di Trieste a livello europeo grazie alle sue attività di cooperazione internazionale e grazie alle buone pratiche che dal Burlo sono state esportate in tutto il mondo. Ogni iniziativa che il pubblico prenderà in relazione alla sede di questo nostro gioiello -ha concluso il sindaco Roberto Dipiazza- sarà sempre orientata sia a garantirne i già ottimi livelli di efficacia ed efficienza, sia ad ampliarne le potenzialità e funzionalità».

La Civica Benemerenza è stata conferita ufficialmente nelle mani del direttore generale Gianluigi Scannapieco.

 «E' un onore ricevere questa onorificenza» -ha detto il direttore generale- sottolineando come “il Burlo è un elemento identitario di Trieste”. Avere una storia alle spalle è una fortuna che ci dà responsabilità nel guardare avanti, proseguendo a fare assistenza, ricerca e didattica, per dare sempre attenzione ai bambini nel senso più ampio. «Auguri al Burlo e grazie alla Città di Trieste per questa Civica Benemerenza e a tutti coloro che quotidianamente si impegnato a mantenere l'Istituto ai massimi livelli». Alcuni minuti prima della cerimonia nella sala del Consiglio, presenti i verti dell'Istituto, il direttore generale del Burlo Gianluigi Scannapieco in salotto azzurro ha lasciato una dedica sul libro d'oro del Comune di Trieste, scrivendo: «Orgogliosi della nostra storia guardando al futuro».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civica Benemerenza al Burlo, Dipiazza: «Da 160 anni riferimento ed eccellenza triestina»

TriestePrima è in caricamento