Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Da Monfalcone a Tokyo: premiata in Giappone la fotografa Claudia Guido

La giuria dei TIFA (Tokyo International Foto Awards) ha premiato la fotografa con medaglia d’oro e primo posto nella categoria Nature

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

E’ un percorso in ascesa quello di Claudia Guido, fotografa professionista, che continua ad inanellare successi sempre più prestigiosi. Questa volta è il turno dei TIFA (Tokyo International Foto Awards) dove la giuria, formata da fotografi, curatori e galleristi, ha premiato la fotografa con medaglia d’oro e primo posto nella categoria Nature. I TIFA sono un celebre concorso fotografico internazionale con sede in Giappone che mira non solo a riconoscere e onorare il talento dei fotografi di tutto il mondo ma anche a metterli in contatto con la community creativa di Tokyo, dove la fotografia scattata da Claudia Guido sarà esposta insieme alle altre vincitrici di ogni categoria.

Claudia Guido, classe 1983, è nata a Padova. Dopo gli studi al Liceo Artistico Modigliani si è trasferita a Firenze per frequentare l’Università e si è laureata in fotografia. Nel 2013 ha deciso di stabilirsi in Friuli Venezia Giulia, attualmente vive e lavora a Monfalcone. Da 4 anni ha deciso di concentrare la sua ricerca solo sulla ritrattistica ed è infatti insolita la fotografia con cui ha vinto ai TIFA. L’intuizione è stata di Giacomo Ceccarelli, titolare di Tuscan Organic Tours, che ha deciso di commissionare alla fotografa un servizio fotografico per raccontare la Toscana con uno sguardo inusuale. E’ nato così lo scatto premiato: il ritratto di una pecora in mezzo al gregge, l’unica che si volta verso la fotografa e guarda direttamente nell’obbiettivo. L’immagine si è distinta tra le migliaia di candidate anche per il suo forte impatto grafico: il volto della pecora è al centro e a fare da cornice e sfondo c’è solo il vello candido delle altre pecore del gregge. L’attimo colto dalla fotografa funziona grazie ad una perfezione compositiva impossibile da programmare o creare artificialmente.

Claudia Guido ha espresso grande soddisfazione per questo premio: “Ho iniziato a partecipare ai concorsi solo un paio di anni fa perchè ho sentito la necessità di far valutare il mio operato da professionisti di alto livello. Per questo motivo, fino ad oggi, ho sempre partecipato con fotografie che mi sono state commissionate dai clienti e non con opere create ad hoc. Le soddisfazioni sono arrivate sin dal primo tentativo, ad ogni candidatura sono seguiti premi sempre più alti e difficili da ottenere, ma non mi aspettavo di arrivare al primo posto così presto. Questo percorso è molto stimolante, ti sprona a cercare la perfezione senza compromettere la tua identità. E’ molto emozionante vedersi riconoscere il merito.” Oltre al merito, questa volta, l’artista ha vinto anche un premio in denaro. A causa del momento storico e sociale che stiamo vivendo, l’organizzazione dei TIFA ha deciso di devolvere la stessa somma anche ad un’associazione di volontariato che stesse a cuore alla fotografa. Tra tutte le realtà locali, Claudia Guido ha scelto SOS Rosa che gestisce il centro antiviolenza di Gorizia perché crede che la risposta alla violenza sulle donne sia urgente e debba coinvolgere tutti noi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Monfalcone a Tokyo: premiata in Giappone la fotografa Claudia Guido

TriestePrima è in caricamento