menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cobas Scuola: Sciopero Generale mercoledi' 14. Le Ragioni

Riceviamo dai Cobas Scuola e pubblichiamo:In un quadro generale caratterizzato da un massacro sociale che ha colpito i settori più deboli e disagiati, mentre nulla pagano gli evasori fiscali, i grandi patrimoni, banche, gruppi finanziari e...

Riceviamo dai Cobas Scuola e pubblichiamo:
In un quadro generale caratterizzato da un massacro sociale che ha colpito i settori più deboli e disagiati, mentre nulla pagano gli evasori fiscali, i grandi patrimoni, banche, gruppi finanziari e industriali, e la corruzione e le ruberie delle caste politiche e manageriali sono al parossismo è ancora una volta soprattutto la scuola pubblica la vittima sacrificale.
Visto che per essa la legge che verrà votata alla Camera la prossima settimana prevede l'aumento dell'orario (a parità di salario) di un terzo ai docenti delle medie e delle superiori, con la conseguente espulsione di altre decine di migliaia di precari; la deportazione degli insegnanti "inidonei", il blocco infinito di contratti e scatti di anzianità.
E a tutto questo scempio si aggiunge la legge Aprea-Ghizzoni, passo decisivo per l'aziendalizzazione della scuola, l'eliminazione degli organi collegiali, la vittoria della scuola-quiz e della gestione della didattica da parte di aziende e imprese a fini di profitto; nonché il ridicolo concorsaccio per dividere e ricattare ulteriormente i precari.
Abbiamo un'occasione rilevante per bloccare questo disastroso processo sciopero generale il 14 novembre:
Per la cancellazione effettiva delle 24 ore settimanali dell'orario di cattedra; folle aumento del 33% dell'orario di lavoro mai imposto in Italia o in altri paesi europei nel dopoguerra. Per la cancellazione del concorsaccio per i precari, della deportazionedegli "inidonei" e della legge Aprea-Ghizzoni
Per la cancellazione delle prove dell'Invalsi;
Per massicci investimenti nell'istruzione pubblica, lo sblocco dei contratti e degli scatti di anzianità;
Per il diritto allo studio e per avere delle Scuole sicure;
Per il ruolo unico dalle materne alle superiori a 18 ore, come nella media europea;
Per l'assunzione a tempo indeterminato dei precari ;
Per la difesa della Scuola come BENE COMUNE PUBBLICO

Lavoratori e studenti e cittadini si riuniranno a Trieste per un CORTEO REGIONALE A TRIESTE CON PARTENZA ALLE 9.30 DA PIAZZA GOLDONI

Per i Cobas
Marco Barone e Daniela Antoni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento