Ferrovie, nasce il servizio merci Trieste - Norimberga: toglierà dalla strada 6500 tir

Per potenziare un corridoio commerciale che connette la Turchia alla Baviera e all’Europa Centrale e vede nel porto italiano un fondamentale e strategico hub di interscambio modale

Foto: Derek Harper

FS Italiane, con il suo Polo Mercitalia, ha inaugurato un nuovo servizio merci tra il porto di Trieste e Norimberga che costituisce il segmento ferroviario di un trasporto intermodale lungo la rotta Turchia-Germania. A regime il nuovo collegamento è destinato a spostare dalla gomma alla ferrovia circa 6500 Tir all’anno, potenziando un corridoio commerciale che connette la Turchia alla Baviera e all’Europa Centrale e vede nel porto italiano un fondamentale e strategico hub di interscambio modale.

Le imprese coinvolte

Le società del Polo Mercitalia direttamente coinvolte nella produzione del nuovo servizio sono Mercitalia Rail, sulla tratta Italiana, e TX Logistik, sulla tratta austriaco-tedesca, con passaggio di testimone a Tarvisio e un lavoro in sinergia a garanzia di qualità. Il servizio è realizzato nell’ambito della consolidata partnership commerciale di Mercitalia Rail con l’operatore di trasporto intermodale triestino Alpe Adria e con DSFD, operatore logistico leader nel trasporto multi-modale tra la Turchia ed Europa.

Il network dei collegamenti

L’iniziativa testimonia come il Polo Mercitalia sia attivo nello sviluppo del trasporto ferroviario merci anche in un periodo difficile dove sono in atto restrizioni significative alla circolazione, tese a limitare la diffusione del Covid-19, e sia nel contempo determinato ad offrire ai propri clienti un network di collegamenti intermodali sempre più ampio.

Frequenza e sostenibilità ambientale

Il nuovo servizio intermodale Trieste-Norimberga è dedicato al trasporto di semirimorchi P400, di casse mobili C45 e di containers Marittimi High-Cube, con una frequenza di circolazione settimanale in questa fase iniziale di un round trip che già nel 2021 potrà aumentare a due round-trip a settimana. Si stima che una volta a regime sarà possibile spostare dalla strada alla rotaia circa 6500 TIR in un anno, contribuendo così a ridurre sensibilmente le emissioni di CO2.

Insulti alla Polizia ferroviaria e violazione di provvedimenti: due indagati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento