menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coltivare un Orto Chiedendo il Terreno al Comune

Fose non tutti sanno che..." il comune mette a disposizione (da parecchie decine d'anni), a chi lo richieda, un appezzamento di terreno non superiore ai 500mq per poterlo coltivare.Certo i terreni non hanno l'acqua e questo sarebbe già un problema...

Fose non tutti sanno che..." il comune mette a disposizione (da parecchie decine d'anni), a chi lo richieda, un appezzamento di terreno non superiore ai 500mq per poterlo coltivare.
Certo i terreni non hanno l'acqua e questo sarebbe già un problema, ma ci si arrangia.
Vero è anche che il comune chiede un affitto; e di quanto? Questo è stato il tema della riunione della Commissione Trasparenza presieduta da Michele Lobianco dello scorso martedì.
In questo momento è in vigore il nuovo regolamento, (che si trova su www.retecivica.trieste.it) che fissa in ?1,20 a mq per anno il compenso dovuto dagli affittuari al comune nel caso in cui fossero pensionati, mentre ? 3,20 per chi non è pensionato.
Bene, facendo due conti, un terreno da 500mq costa a un pensionato ? 600 all'anno + bolli, mentre uno che in pensione non è ma vuole comunque coltivarsi il suo radicio spende ? 1.600 all'anno sempre più bolli.
Il punto da rivedere è proprio la questione dell'affitto ed in tempi brevissimi, anche perchè i contratti sono di 9+9 e la scadenza del primi nove anni è già arrivata, e molti non hanno ri-sottoscritto il nuovo contratto proposto dal comune con le nuove tariffe.
In qunto momento la situazione relativa alla zona delle Piane, a Borgo S. Sergio, (terreni davanti alle case dei "puffi" come le chiamiamo affettuosamente), vede 19 appezzamenti contrattualizzati, 11 in corso di definizione ( ma aspetteranno l'esito della commissione che dovrà rivedere regolamento e tariffe) e 36 appezzamenti liberi.
Fino al recente rinnovo del regolamento il prezzo era di 14-16 centesimi di euro a mq.
Chiaro perciò che i pensionati per i quali la cotivazione di un proprio orto è importante non solo per impegnare il tempo ma anche per risparmiare, si sono opposti all'incremento delle tariffe.

Uninanimità, bisogna dirlo da parte di tutte le forze poltiche presenti da Bandelli a Patuanelli, da Furlanic a Grilli, da Basso a Ferrara, tutti concordi nel rivedere in tempi strettissimi il regolamento con anche la possibilità, forse, di poter portare l'acqua negli appezzamenti a spese del comune con poi pagamento dell'uso da parte degli affittuari, anche perchè il Comune fin'ora a parte una sfalciatura effettuata alcuni hanni fa non deve impegnare neanche un euro del suo bilancio.
Maggiori informazioni, per l'affitto del terreno allo sportello Urp del comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento