Cronaca

Il comandante del Reggimento Piemonte Cavalleria in visita dal sindaco Dipiazza: «Solida collaborazione»

Poste le basi per ulteriori occasioni d'incontro e apertura tra Trieste e il Piemonte Cavalleria. Ricevuto in municipio dal sindaco Roberto Dipiazza il comandante Stefano Santoro

Visita di presentazione martedì 20 settembre)nel salotto azzurro del Comune di Trieste, dove il sindaco Roberto Dipiazza ha ricevuto il colonnello Stefano Santoro, comandante del Reggimento Piemonte Cavalleria.

Nel corso del cordiale incontro sono stati ribaditi e rafforzati i positivi rapporti di collaborazione e amicizia tra la città e il Piemonte Cavalleria, sorto il 23 luglio 1692 per volontà del duca di Piemonte Vittorio Amedeo II e affidato al marchese Filippo Giacinto Gontery di Cavaglià. Dall'originario Piemonte il reggimento si trasferisce a Trieste il 30 settembre del 1956, nella caserma Vittorio Emanuele di via Rossetti e dal 1964 viene dislocato nella caserma “Guido Brunner” di Opicina.  Il Reggimento ha partecipato a numerose operazioni in Italia e all'estero e a importanti missioni di pace. Lo stendardo del Piemonte Cavalleria si fregia di due medaglie d'argento al valori militare e due medagli di bronzo rispettivamente al valor militare e al valore dell'esercito.

Al Piemonte Cavalleria, il 26 ottobre 2004, nel 50° anniversario del ritorno di Trieste all'Italia, è stato insignito della cittadinanza onoraria della città di Trieste, con la seguente motivazione: “Per il grande valore storico di un Corpo che ha annoverato tra i suoi quadri, ufficiali, sottufficiali e militari di truppa di origini triestine; nonché per il solido e profondo legame che lo unisce alla città di Trieste, di cui ha contribuito ad incrementare il prestigio interno ed esterno con i suoi compiti logistici di supporto nelle missioni internazionali di pace e di collaborazione con le altre Forze straniere”.

Un legame profondo quello tra Trieste e il Piemonte Cavalleria che il sindaco Roberto Dipiazza e il comandante Stefano Santoro hanno voluto rinnovare e rafforzare, ponendo le basi per ulteriori occasioni d'incontro e d' apertura,  per favorire e sviluppare sempre più quella positiva e costruttiva collaborazione, che aiuta a crescere e favorisce il bene comune. Uno scambio di doni, con il “crest” del Reggimento e il volume “Trieste sospesa”, ha suggellato il significativo incontro in municipio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comandante del Reggimento Piemonte Cavalleria in visita dal sindaco Dipiazza: «Solida collaborazione»

TriestePrima è in caricamento