menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Crimini fascisti in Slovenia, serve un evento per ricordare", la richiesta del centrosinistra cittadino

I consiglieri comunali di Open FVG, Pd, Cittadini: "Nessuna risposta dal Sindaco. La mozione verrà discussa in una commissione e come molti altri documenti finirà purtroppo nel dimenticatoio"

"Siano riconosciuti i crimini del fascismo, perpetrati durante l'invasione alla Jugoslavia, con un evento commemorativo" lo hanno chiesto in una mozione i consiglieri comunali di Open FVG, Pd, Cittadini, che hanno scritto al Sindaco affinché sostenesse l’appello degli storici per il riconoscimento ufficiale di questi crimini in occasione dell’ottantesimo anniversario dell’invasione.

Si chiede quindi l'istituzione di un evento in cui si riconosca la responsabilità storica delle violenze e degli eccidi avvenuti durante l'occupazione italiana della Jugoslavia in nome della riconciliazione europea e di una più ampia comprensione dei processi storici.  "Le consigliere e i consiglieri - viene dichiarato in una nota congiunta - si rammaricano di non aver ancora avuto risposta e hanno trasformato la richiesta in una mozione che non è stata ritenuta urgente dalla maggioranza pur essendo legata alla ricorrenza del 6 aprile 1941. La mozione verrà discussa in una commissione e come molti altri documenti finirà purtroppo nel dimenticatoio". 

"Trieste - spiegano gli esponenti del centrosinistra cittadino - dovrebbe essere la città che meglio può comprendere i fatti accaduti durante le occupazioni, avendo subito in prima persona quella nazista che ci lascia la triste testimonianza della Risiera di San Sabba, avendo patito la violenza fascista dalle leggi razziali al  fascismo di confine con l'incendio del Narodni dom e la persecuzione antislava attraverso il progetto di cancellazione dell’identità culturale e linguistica della popolazione slovena". 

"Il Sindaco - concludono -, che altre volte si è dimostrato disponibile ad azioni di pacificazione, dal concerto dei tre presidenti il 13 luglio 2010 all'incontro dei due Capi di Stato Mattarella e Pahor che mano nella mano hanno depositato una corona presso la Foiba e il monumento ai Caduti sloveni di Basovizza il 13 luglio 2021, anche in questo caso dovrebbe essere sensibile e farsi promotore del riconoscimento dei crimini fascisti in Jugoslavia per continuare il processo di pacificazione in cui dice di credere fermamente". 

La mozione è stata firmata da Sabrina Morena, Valentina Repini, Igor Svab, Laura Famulari, Fabiana Martini, Giovanni Barbo, Maria Teresa Bassa Poropat. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento