menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunali Triestine: un'Altra Trieste cosa fara' ?

Riceviamo dall'ufficio stampa di Un'Altra Trieste e pubblichiamo.Più del 40 per cento di astensionismo; il crollo verticale del Pdl che rispetto alle ultime regionali in città, passa dal 40 al 18%, sono i sintomi inequivocabili del fallimento...

Riceviamo dall'ufficio stampa di Un'Altra Trieste e pubblichiamo.

Più del 40 per cento di astensionismo; il crollo verticale del Pdl che rispetto alle ultime regionali in città, passa dal 40 al 18%, sono i sintomi inequivocabili del fallimento politico del partito di Berlusconi a Trieste e della disaffezione a cui migliaia di elettori sono stati condotti da una pessima gestione.

C'é però la sensazione, a leggere le prime, incaute ed irresponsabili dichiarazioni dei suoi vertici locali, che la lezione impartita dall'elettorato non sia stata ben recepita. E così, se a Milano, il primo cittadino uscente di fronte al 41% riconosce l'esistenza di un problema politico, a Trieste, il candidato del Pdl con un meno edificante 27%, pensa bene di ignorare gli 11mila voti che si sono raccolti attorno a Franco Bandelli e al suo progetto politico e di considerarli "un accessorio" eventuale.
I numeri però, dimostrano chiaramente che il candidato Sindaco Antonione non solo non ha rappresentato alcun valore aggiunto per la sua coalizione visto che ha preso meno voti delle liste che lo sostengono, ma di non avere catalizzato attorno alla lista che porta il suo nome nemmeno il 2,5%.

Sono numeri, che dimostrano come lo stesso momentaneo vincitore del centro-sinistra sconta con la candidata alla Presidenza della Provincia, sostenuta dagli stessi partiti, un divario nel Comune di Trieste di 5000 voti.
Sono numeri che dicono molto di una città che ha cambiato direzione e che dovrebbe spingere buona parte della classe politica cittadina ad un sano bagno d umiltà.

Anche perché - e lo sottolineiamo con forza - i voti di Un'Altra Trieste rappresentano il punto di partenza di un percorso politico che non si esaurisce a questo primo appuntamento ufficiale, ma prosegue forte di un ampio consenso, con la certezza che non si farà annacquare nello squallido mercato delle vacche che in questi giorni sta caratterizzando quella politica a cui i cittadini hanno deciso di staccare la spina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento