Venerdì, 12 Luglio 2024
Il regolamento

Arriva la stretta sulla movida: sanzioni più severe e musica non oltre la mezzanotte

Meno eventi, musica fino alle 24 e sanzioni più severe. Approvate dalla Giunta comunale alcune modifiche al regolamento movida e al Pcca

TRIESTE - Garantire un equilibrio tra la vivacità della vita notturna cittadina e il diritto al riposo dei residenti. E' questo l'obiettivo delle nuove modifiche ai regolamenti comunali sulle attività notturne e l'inquinamento acustico, comunemente noti come Regolamento Movida e Piano Comunale di Classificazione Acustica (PCCA), avviate dal Comune di Trieste. Le proposte di modifica sono state approvate in via preliminare durante la seduta della Giunta Comunale del 29 giugno. Ora saranno esaminate dalle Circoscrizioni e successivamente dal Consiglio Comunale. 

Le novità

Il "Regolamento Movida" propone di modificare gli orari per la diffusione sonora esterna come segue: da domenica a giovedì fino alle ore 22.30 (invariato) e venerdì, sabato e prefestivi infrasettimanali fino alle ore 24.00. Viene eliminata la deroga prevista per tutte le giornate di sabato e prefestivi nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre. E’ previsto un inasprimento del sistema sanzionatorio nei confronti di coloro che violino gli orari previsti per la diffusione sonora esterna mediante, introducendo - accanto alle sanzioni amministrative pecuniarie, nei casi di ripetute reiterazioni della violazione nel corso del medesimo anno o di violazione delle norme regolamentari di particolare gravità - la sanzione accessoria della sospensione dell'attività di pubblico esercizio in un numero di giornate in proporzione alla gravità della violazione commessa. Viene prevista – nei casi di ripetute reiterazioni della violazione del limite oltre il 30esimo minuto o della deroga prevista con deliberazione comunale, nel corso del medesimo anno – la revoca dell'autorizzazione in deroga ai limiti acustici eventualmente rilasciata o in caso di richiesta il divieto di rilasciarli per sei mesi decorrenti della violazione.

Le modifiche proposte per il PCCA includono una semplificazione generale del regolamento e alcune modifiche sostanziali finalizzate ad allinearlo con il "Regolamento Movida". È prevista poi la riduzione del numero eventi musicali organizzati da pubblici esercizi in deroga acustica nel corso dell'anno solare, portando da 14 giornate a 6 giornate all'anno. Infine, come per il Regolamento Movida, anche per il Piano di Classificazione Acustica viene introdotto un inasprimento delle sanzioni accessorie, prevedendo la possibilità di revoca delle autorizzazioni in deroga acustica in caso di recidiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la stretta sulla movida: sanzioni più severe e musica non oltre la mezzanotte
TriestePrima è in caricamento