rotate-mobile
Cronaca

Comune Muggia: «Dalle analisi nessun rischio amianto nelle scuole»

“Ho dato immediatamente disposizione agli uffici di predisporre una relazione sul monitoraggio ed indagini svolte nelle scuole dal giorno 20 marzo 2014 ad oggi” ha fatto sapere l’assessore Finocchiaro.

Già da tempo, infatti, l’Amministrazione si è impegnata per affrontare con dovuta perizia e fornire tutte le informazioni necessarie a non lasciar alcun ombra di dubbio sull’importante tematica legata al rischio amianto nelle nostre scuole.

È solo di inizio mese, infatti, la richiesta di accesso agli atti ricevuta al protocollo del Comune di Muggia, a firma di alcuni genitori facenti parte degli Organi Collegiali dei plessi scolatici e rappresentati del Consiglio d'Istituto.

“Proprio il giorno 20 marzo” ricorda l’assessore Marco Finocchiaro “in audizione presso il Consiglio d'Istituto, mi ero preso l'impegno di indagare in modo scientifico sull'eventuale presenza di amianto nei materiali di costruzione nelle scuole. Cosa peraltro mai fatta prima!”

Da quella data sono stati condotti numerosi sopralluoghi e analisi puntuali su tutti i materiali resilienti (linoleum) che potevano contenere fibre di amianto negli otto edifici dei plessi scolastici, escludendo la presenza di amianto in altri materiali.

Dopo l'accertamento della presenza di fibre d'amianto in alcune pavimentazioni delle scuole Giardino dei Mestieri, Zamola e Bubnic e De Amicis (solamente un’aula), mediante analisi chimiche, si è condotta un'ulteriore campagna di analisi per verificare la salubrità dell'aria in detti edifici mediante analisi dell'areo disperso (metodo MOCF). Queste ultime analisi condotte i primi giorni di settembre, prima della riapertura delle scuole, hanno dato esito ben al di sotto della norma di legge decretando che non vi era alcun pregiudizio per la salubrità ambientale dei plessi scolastici.

Un intervento fortemente voluto, ma non semplice anche alla luce del fatto che per fare tutte queste analisi si sono dovute trovare le opportune risorse nel bilancio di previsione approvato il 30.06.2014, procedendo negli affidamenti dei servizi ad Enti pubblici di ricerca o Ispettivi quali l'Università di Padova e l'Azienza Sanitaria n.1 “Trestina”, allungando i tempi d'intervento.

Contestualmente, nell'assestamento di Bilancio approvato il 28.11.2014, sono state messe a disposizione ulteriori risorse per eseguire quei piccoli interventi di manutenzione di pavimentazioni in linoleum lesionate, che non presentano pericoli in quanto materiali non friabili ma che risulta consigliabile manutenere. Tali interventi manutentivi sono stati programmati durante le prossime vacanze natalizie. Inoltre a compimento della manutenzioni è stata prevista sempre entro la riapertura delle scuole un’ulteriore campagna di campionamento e analisi di fibre aero disperse, con ulteriore metodo di campionamento (metodo SEM) che consente di indagare sulla presenza della sola fibra di amianto rispetto al metodo MOCF che campiona tutte le fibre areo disperse.

Come già evidenziato dagli uffici e dalle norme di precauzione emanate dall'INAIL, l'amministrazione comunale si è attivata immediatamente per monitorare il problema, per ricevere le opportune informazioni che ci consentono di tenere sotto controllo eventuali rischi di esposizione, per programmare gli interventi manutentivi ordinari e ora alla luce delle analisi condotte per richiedere i finanziamenti necessari per sostituire radicalmente tutte le pavimentazioni.

Chiaro l’assessore Finocchiaro in merito: “Allo stato attuale, per quanto condotto in scienza e coscienza, vista anche la relazione del Responsabile del Servizio Protezione e Prevenzione mi sento di dire che non esiste nessun rischio di esposizione amianto per utenti e personale delle scuole”.

Una relazione messa a disposizione dei genitori in allegato ad una lettera proprio per gli eventuali approfondimenti a dimostrazione della massima disponibilità e condivisione.

“Sarà mia cura fornire tutte le ulteriori informazioni appena sarò in possesso dei prossimi elementi e analisi conoscitive, ma mi rendo disponibile fin d'ora ad incontrare il Consiglio d'Istituto o i firmatari della richiesta di accesso agli atti, per i necessari approfondimenti e spiegazioni in modo che possano a loro volta poi informare tutti i genitori nel modo più puntuale possibile” ha concluso l’assessore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune Muggia: «Dalle analisi nessun rischio amianto nelle scuole»

TriestePrima è in caricamento