menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune piu' Trasparente e Pratico in Materia di Edilizia e Urbanistica. Queste le Novita'

Semplificare, comunicare all’insegna della trasparenza tutte le informazioni utili ai cittadini in materia di edilizia e urbanistica, snellendo la burocrazia e sveltendo pratiche e procedure, anche via web, accanto agli uffici preposti. Un’offerta...

Semplificare, comunicare all'insegna della trasparenza tutte le informazioni utili ai cittadini in materia di edilizia e urbanistica, snellendo la burocrazia e sveltendo pratiche e procedure, anche via web, accanto agli uffici preposti.
Un'offerta di servizi ampliata per rendere sempre più accessibili le documentazioni e accorciare le attese.

Lo ha annunciato l'assessore comunale ai Lavori Pubblici Elena Marchigiani nel corso di una conferenza stampa - spiegando che "migliorare i servizi per i cittadini e le modalità di accesso fa parte del programma dell'Amministrazione comunale per garantire sia nella Pianificazione Urbana che nell'Edilizia privata e per i professionisti, uno scambio e un dialogo continuo e una condivisione di informazioni aggiornate su cui stiamo lavorando costantemente".

E' già partita quindi una riorganizzazione che ha interessato nel senso più ampio vari fronti:
lunedì 19 marzo, alle 9.30, sarà inaugurato il nuovo 'Sportello Urbanistico' per il pubblico, al piano terra del Palazzo Eisner Civrani-Zois di via Punta del Forno 2 (accanto all'Ufficio Accettazione Atti), che sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 11.30.

Fornirà agli utenti informazioni di carattere generale sui procedimenti previsti dalla normativa vigente per l'esecuzione di interventi edilizi.

Sempre a partire dal 19 marzo, gli Uffici del Servizio Edilizia Privata, al 5° piano di Passo Costanzi 2, resteranno aperti al pubblico, da lunedì a giovedì, per informazioni puntuali riguardo a specifiche pratiche con orario: lunedì e mercoledì dalle 14.30 alle 15.30 e martedì e giovedì dalle 12 alle 13.

Mentre ancora dal 19 marzo, anche gli Uffici dei Servizi Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico, Ambiente ed Energia, Edilizia Pubblica, Casa, Rioni, Strade, Spazi Aperti e Spazi Verdi Pubblici, Edilizia Scolastica, Project Financing, Coordinamento PTO e Amministrativo lavori pubblici di Passo Costanzi 2, saranno aperti al Pubblico da lunedì a venerdì, relativamente a richieste di pratiche specifiche con l'orario: lunedì e mercoledì, dalle 14.30 alle 15.30 e martedì, giovedì e venerdì, dalle 12 alle 13.

"Con queste nuove modalità vogliamo ridurre tempi di attesa e lunghe code negli uffici visto il costante enorme flusso di persone - ha detto l'assessore Marchigiani - anche accanto al nuovo processo di informatizzazione per semplificare e agevolare l'accesso ai servizi da parte dei cittadini con l'introduzione in via ordinaria di strumenti di comunicazione più veloci come le mail (modalità adottata ad esempio per tutte le comunicazioni inerenti i certificati di destinazione urbanistica con i professionisti, notai o utenti che abbiamo fornito il proprio indirizzo e-mail)".

E' stata avviata inoltre, in via sperimentale e per il solo archivio tecnico, in aggiunta alla normale modalità di accesso agli uffici - orario ordinario (martedì, giovedì e venerdì 11.30-12.30; lunedì e mercoledì 14-15) - la possibilità di accedere mediante richiesta di appuntamento con semplice compilazione di un format web reperibile all'indirizzo https://www.retecivica.trieste.it.

La realizzazione del format è stata resa possibile grazie anche al contributo di Fondazione CRT -Trieste.

Nei primi 2 mesi di avvio della nuova modalità di accesso sono state oltre un centinaio le richieste evase su appuntamento.

Va ricordato che l'archivio tecnico nasce dalla necessità di consentire la consultazione dei disegni di progetto di un edificio o di varianti successive. Inoltre, per le pratiche edilizie antecedenti al 1991 (anno dell'informatizzazione del protocollo), l'unico modo per risalire al numero identificativo è quello di leggerlo direttamente dal timbro apposto sul grafico. Nello specifico, anche attraverso la lettura dei registri, l'Archivio tecnico permette agli utenti (tecnici o meno) di reperire informazioni sugli edifici, quali estremi e date di atti abilitativi, certificati di abitabilità o d'uso, anno di costruzione degli stabili.

L'assessore Elena Marchigiani ha inoltre rilevato un'ulteriore rinnovata modalità di accesso e consultazione al Piano Regolatore Generale Comunale al link https://www.retecivica.trieste.it/edilizia/prg/interattivo/home_prg.html.

"Una nuova modalità che contempla - ha aggiunto la Marchigiani - oltre a una veste grafica più attuale, nuove funzioni, associando alle tradizionali cartografie (PRGC, catasto) strumenti innovativi disponibili in internet (ad esempio Bing" e "Open Street Map"). Il nuovo portale, su piattaforma Insiel, che è stato attivato nel mese di febbraio, conta già oltre 1700 accessi"

E' possibile inoltre, per chi fosse interessato, accedere ai Piani Regolatori degli altri Comuni gestiti con lo stesso strumento software alla pagina web: https://www.sistemigrafici.insiel.it/portaleIgisEvo/

Attualmente è allo studio la possibilità di informatizzare anche la consegna di certificazioni (come, ad esempio, i certificati di destinazione urbanistica1) ricorrendo all'utilizzo della firma digitale e della posta certificata.

"Abbiamo anche voluto andare incontro alle esigenze dei professionisti soddisfando una richiesta che attendevano da anni - ha detto ancora la Marchigiani - con l'istituzione di un Tavolo tecnico permanente, composto da rappresentanti di ordini e collegi professionali, per condividere l'applicazione e l'interpretazione delle normative in materia urbanistico-edilizia semplificando l'iter delle pratiche e offrendo certezza all'utenza.

E' stata quindi annunciata la nuova Commissione Paesaggio e per la Qualità Urbana, costituitasi nella seduta del 7 marzo (istituzione prevista dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e dalla L.R. 5/2007) e che ha approvato in via definitiva, a maggioranza assoluta, i nuovi criteri di valutazione dei progetti, perfezionando quelli già in uso.

Tra i compiti già attribuiti alla Commissione per il Paesaggio vi è la valutazione delle proposte progettuali sotto il profilo della tutela del paesaggio, laddove è tenuta a esprimere parere obbligatorio, ma non vincolante per interventi in cui sia previsto il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica di competenza comunale; interventi anche non riguardanti aree soggette a vincolo paesaggistico, qualora i piani urbanistici generali o attuativi prevedano espressamente che debba essere richiesto il parere della Commissione; atti di pianificazione urbanistica o territoriale comunque denominati e relativi strumenti attuativi.

Con deliberazione del Consiglio Comunale (n. 79 dd. 20.12.2011) questi compiti sono stati estesi e ampliati per contemplare un quadro più vasto e articolato di
situazioni che, per il possibile impatto degli interventi e/o per le caratteristiche del territorio, sono state ritenute degne di particolare attenzione.

Con l'obiettivo di salvaguardare zone di particolare valenza ambientale e/o architettonica, assicurando un'adeguata valutazione di compatibilità della nuova edificazione con i valori ambientali circostanti.

Approvati quindi necessariamente anche nuovi criteri, dal momento che la deliberazione del Consiglio Comunale del dicembre 2011, oltre che integrare la denominazione della Commissione per il Paesaggio con l'ulteriore precisazione "e per la qualità urbana", ha stabilito di sottoporre al parere della Commissione per il Paesaggio e per la Qualità Urbana tutti gli interventi di nuova edificazione e/o ampliamento ancorché non assoggettati al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica:
- qualora comportino la realizzazione di nuove volumetrie superiori a 5.000 mc o la realizzazione di edifici con più di 4 piani fuori terra;
- da realizzarsi nelle zone "A2 - nuclei originari di S.Croce, Prosecco e Contovello", "B0 - del centro urbano di pregio ambientale", "B0b - dei borghi originari" e "B1 - zone del centro urbano;
- le istanze relative a progetti di dehors con struttura da posizionare al suolo (pedane, gazebo, ecc.).

La Commissione per il Paesaggio e per la Qualità Urbana (nominata con deliberazione della Giunta Comunale n. 459 dd. 31.10.2011) è composta da : arch. Mirna KIRAC DRABENI, ing.Mario BUCHER, per.ind. Gianni SCOZZAI, arch. AdrianoVENUDO, ing.Peter STERNI, arch. Andrea BENEDETTI.
Dirigente o Funzionario delegato interno al Comune- in qualità di Presidente con delega. I nuovi criteri sono pubblicati sul sito Internet del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento