rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Porto Vecchio, i 25 milioni per il nuovo park trainano la variazione di bilancio

Su 39 milioni di euro la Regione contribuisce per più del 50 per cento, mentre sui 25 milioni che costerà il parcheggio 18 arriveranno da privati (di cui però non si ancora il nome). Interventi sul tram, soldi per l'Acquamarina. Giù la Tripcovich con poco meno di un milione di euro. Tutte le voci nel programma triennale delle opere

Il nuovo parcheggio multipiano che verrà realizzato in Porto Vecchio per 25 milioni di euro traina una variazione di bilancio sui Lavori Pubblici del Comune per 39 milioni di euro, di cui 21 provenienti da finanziamenti regionali. Tra le voci inserite nel programma 2021-2023 spiccano il milione in più messo a disposizione per l’Acquamarina, i 920 mila euro per demolire la sala Tripcovich e le risorse destinate all’impianto polisportivo del rione di San Giovanni. “Ora per la piscina terapeutica ci sono tre milioni di euro a disposizione immediata che potranno essere utilizzati una volta dissequestrata” ha detto l’assessore al Bilancio, Everest Bertoli che ha presentato la variazione assieme all’assessore Elisa Lodi. “Nei prossimi mesi partirà il cantiere per la demolizione della Tripcovich – così l’esponente di Fratelli d’Italia – e contemporaneamente dovremo andare a lavorare sulla gara per il progetto in merito alla riqualificazione dell’area davanti alla stazione”. 

L'approvazione in giunta lo scorso 29 novembre 

Se sul fronte politico l'approccio della giunta verso il project financing segna un cambio di passo rispetto a quella precedente, dal punto di vista operativo la Lega è decisa ad impugnare lo strumento e a farlo fruttare nel nome all'insegna di un'alleanza tra il pubblico ed il privato. L'esecutivo si è insediato ad inizio novembre e ha dovuto fare i conti con le scadenze ravvicinate, quelle che per legge impongono l'approvazione della variazione di bilancio entro il 30 novembre. L'idea del parcheggio ha quindi reso necessario il suo inserimento nel documento. 

Il park: Bertoli non si sbottona

Sul parcheggio al momento si sa solo che le risorse verranno stanziate per 7 milioni di euro dalla Regione, mentre i restanti 18 li stanzierà un privato. Il nome della ditta non si conosce e Bertoli non si sbottona. Da palazzo trapela la rassicurazione sul futuro dell’opera. “L’affidabilità sul progetto c’è” affermano da piazza Unità che vuole scommettere sull'area. A margine della conferenza poi è stato spiegato che 550 mila euro di contributo statale verranno utilizzati per interventi sugli scambi del tram di Opicina. “Dieci punti in totale” ha chiarito la Lodi. In via Orsera, con 450 mila euro provenienti tutti da privato, verranno buttati giù gli edifici di Acegas e realizzato un nuovo corpo di fabbrica dedicato al lavaggio e all’ampliamento dell’officina esistente.   

Il piano triennale

Nella lista delle operazioni su edifici d’interesse storico-culturale trovano spazio anche i 100 mila euro in più per interventi di restauro delle sale storiche e la manutenzione straordinaria degli impianti del museo Revoltella (salutate con favore dalla presidente di Commissione, Manuela Declich), oltre alla sistemazione del piazzale esterno e di un edificio del museo de’ Henriquez (investimento da poco meno di 900 mila euro ndr) e un incremento di 50 mila euro dell’intervento sugli scavi archeologici antistanti casa Francol, in centro storico. La giunta Dipiazza mette poi altre risorse sulle scuole. Quasi un milione e mezzo per l’adeguamento dell’antincendio della scuola Bergamas e dell’asilo nido Semi di Mela. Un fuori programma invece è proveniente dai 100 mila euro destinati ai tradizionali interventi sui Topolini di Barcola.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Vecchio, i 25 milioni per il nuovo park trainano la variazione di bilancio

TriestePrima è in caricamento