Cronaca

Comunità Sant'Egidio, appello del sindaco a buon fine: riparato il tetto del centro “Claudio Cramer”

Raccolti 16 mila euro per riparare il tetto del centro di solidarietà "Claudio Cramer" della Comunità di Sant'Egidio. La concreta risposta di Acegas Aps Amga, Trieste Trasporti ed Esatto all'appello lanciato dal sindaco Roberto Cosolini

Raccogliere la somma necessaria per la riparazione del tetto del centro di solidarietà “Claudio Cramer”, nel quale la Comunità di Sant'Egidio opera quotidianamente aiutando le persone e le famiglie in difficoltà. Con questo obiettivo il sindaco Roberto Cosolini aveva scritto a dicembre  una lettera appello rivolta ai presidenti di Acegas Aps Amga, Trieste Trasporti ed Esatto, società che erogano servizi di interesse pubblico alla nostra comunità, chiedendo loro di sostenere e partecipare con un contributo alla campagna “Diamo un tetto alla solidarietà».

Le risposte non sono mancate, i vertici di Trieste Trasporti, Esatto e Acegas Aps Amga hanno raccolto l'invito del primo cittadino, mettendo a disposizione una somma di circa 16 mila euro, che sarà utile per realizzare il necessario intervento.

«Quale segno concreto e tangibile della sensibilità aziendale nei confronti delle problematiche sociali ed etiche ed in linea con quanto già accaduto molte altre volte in città, Trieste Trasporti -ha detto il presidente Giovanni Longo- ha deciso di aderire con un proprio contributo alla campagna "Diamo un tetto alla solidarietà" per la ricostruzione del tetto del centro "Cramer" dova ha sede la Comunità di Sant'Egidio. Ciò vuole essere un aiuto concreto a chi ogni giorno, operando sul territorio, dà risposte generose alle situazioni di povertà, promuovendo la pace e la fratellanza fra le persone che abitano a Trieste».

«Anche la Società Esatto, sensibile alle problematiche sociali della città e della propria comunità di riferimento - ha spiegato la presidente Corinna Sferco -   ha raccolto con piacere l'invito del sindaco Cosolini, dando  un proprio contributo (il massimo attualmente concessoci dalla normative fiscali in materia) alla campagna "Diamo un tetto alla solidarietà”. Siamo felici di poter contribuire in questo modo a una concreta opera di bene che va nella direzione di una Trieste sempre più solidale e inclusiva».

«Abbiamo aderito con convinzione alla richiesta di contributo per la Comunità di Sant' Egidio. Riteniamo infatti -ha ribadito il presidente di Acegas Aps Amga Giovanni Borgna. che essere radicati sul territorio significhi non solo offrire servizi eccellenti, ma anche prestare attenzione alle istanze di realtà, come quella di Sant'Egidio. Egidio, che operano da lungo tempo con tenacia, passione e spirito di solidarietà, al servizio delle fasce più deboli della città».

«Trieste è la città italiana che vanta il maggiore investimento pubblico nella spesa sociale per garantire la coesione della comunità, ma l'apporto del mondo del volontariato e di realtà come la Comunità di Sant'Egidio rappresentano un contributo indispensabile per poter affrontare le tante situazioni di difficoltà causate dalla crisi e fare fronte alla comanda di pratiche attive per l'integrazione» ha ricordato il sindaco Roberto Cosolini.

«Ringrazio  tutti coloro che hanno aderito e risposto a questo mio appello -ha concluso il sindaco Cosolini- contribuendo così non ad effettuare indispensabili lavori e dando un segno di sensibilità civica, attenzione e partecipazione, che fa bene a tutta la nostra comunità». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunità Sant'Egidio, appello del sindaco a buon fine: riparato il tetto del centro “Claudio Cramer”

TriestePrima è in caricamento