Cronaca Piazza Unità d'Italia

Concerti in piazza Unità, il Caffè degli Specchi: «Mai più Trieste ostaggio di un evento»

Lo rilevano in una nota i gestori del "Caffè degli Specchi"

«Ecco perché abbiamo scritto "mai più". ?#‎IronMaiden? ?#‎Trieste? ?#‎CaffedegliSpecchi? La chiusura del Caffè degli Specchi in concomitanza con il concerto degli Iron Maiden, martedì 26 luglio, è stata una precauzione impegnativa e sofferta, ma necessaria». 

Lo rilevano in una nota i gestori del "Caffè degli Specchi".

«Nulla - continua la nota dei gestori -  s’intende togliere alla straordinaria qualità dello spettacolo, a un’organizzazione esemplare e a un sistema di sicurezza apparso ineccepibile. I grandi concerti sono importanti per un'economia turistica come quella triestina e tutto ciò che serve a Trieste troverà sempre un alleato nel Caffè degli Specchi. Ma piazza Unità d'Italia ha una funzione diversa e deve accogliere eventi di altro tipo».

«Le note - ancora -  di Steve Harris e del suo storico gruppo britannico hanno generato entusiasmo e adrenalina. Ma un territorio si governa con il buon senso, non con le emozioni della musica. Per questo abbiamo detto "mai più": mai più una piazza Unità blindata, mai più una città ostaggio di un evento».

«Questa piazza - viene sottolineato - appartiene a Trieste e al patrimonio culturale d'Europa e come tale va usata, preservata e valorizzata. Con partecipazione e buone idee e, soprattutto, con l’accortezza del buon padre di famiglia. Mai avremmo voluto transennare il Caffè degli Specchi, mai più lo faremo. Ma la piazza che ha accolto gli Iron Maiden - lo scriviamo con grande rispetto per gli artisti e per le tante persone che hanno assistito allo show - non era la nostra piazza. Altre erano le location, altrettanto suggestive, adatte a ospitare il concerto».

«Lo sosteniamo - conclude -  convintamente, con spirito propositivo e di servizio. Lo spirito di chi, come noi, come tanti, crede e sempre crederà in Trieste. Siamo la casa dei triestini dal 1839 ed è con Trieste e per Trieste che intendiamo operare, insieme alle istituzioni e a tutti coloro che lavorano per lo sviluppo di questa città prodigiosa, bellissima, sorprendente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerti in piazza Unità, il Caffè degli Specchi: «Mai più Trieste ostaggio di un evento»

TriestePrima è in caricamento