rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Concordato preventivo accolto, le Cooperative Operaie sono salve

Il Tribunale di Trieste ha approvato il piano Consoli. Cosolini: «Evitato il fallimento, obiettivo raggiunto»

Le Cooperative Operaie sono salve. La tanto attesa notizia da parte dei risparmiatori, dei lavoratori e di tutta una città è stata accolta come un raggio di sole e di speranza in un freddo e piovoso pomeriggio di inizio dicembre.

Il piano Consoli è stato accolto dal tribunale fallimentale capeggiato da Arturo Picciotto. Nell'intervento del commissario Consoli, è stato sottolineato come ci siano in piedi ben tre trattative per la cessione delle Coop: oltre ad una ancora segreta, ci sono in ballo la Conad e le Coop Nord-Est. Le diverse proposte pervenute sono indirizzate sia ai diversi settori delle cooperative che agli immobili stessi (ci cui li centro commerciale "Torri d'Europa" è indubbiamente il pezzo più pregiato e contesa, senza dimenticarea il "Gran Duino").

Da segnalare stamattina fuori dal Tribunale un gruppo di soci delle Coop riunitisi spontaneamente.

Interviene anche il Sindaco Cosolini che tramite la sua pagina Facebook dichiara che  «ll primo obiettivo era evitare il fallimento per costruire con più serenità il percorso che garantisca i 17.000 prestatori e il futuro lavorativo di centinaia di persone. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie al grande lavoro di Maurizio Consoli e al senso di responsabilità di tutte le parti in causa. 

Fa piacere che i contatti che anche come Comune avevo personalmente tenuto nelle settimane scorse con aziende solide e affidabili si siano tradotti in concrete intenzioni di investimento che potranno scongiurare un dramma sociale e mantenere un patrimonio economico e occupazionale. Continuiamo a lavorare in questa direzione!»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concordato preventivo accolto, le Cooperative Operaie sono salve

TriestePrima è in caricamento