menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corte d'Appello di Trieste, concorso per cancellieri esperti: i posti sono 41

Le figure, come pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel maxi concorso che assegna 2700 posti in tutta Italia, saranno destinate alla Corte d'Appello del capoluogo regionale. Incertezza sulla data delle prove

La Corte d'Appello di Trieste potrà contare su 41 nuovi cancellieri esperti. E' uscito sulla Gazetta Ufficiale lo scorso 11 dicembre il concorso che in tutta Italia aprirà le porte dei tribunali a ben 2700 cancellieri. Il bando rappresenta l'ultimo dei tre concorsi straordinari previsti per il Ministero della Giustizia ed inseriti all'interno del Decreto Rilancio. 

Il concorsone

Il concorso si svolgerà secondo modalità definite "semplificate", vale a dire attraverso la redazione di una graduatoria sulla base dei titoli su base distrettuale, alle quale seguirà la prova orale per i candidati ammessi (che potranno presentare domanda solo in una sede ndr) che si svolgerà a partire dal febbraio del prossimo anno. Ad oggi, l'incertezza in merito al giorno esatto è data dagli sviluppi dell'emergenza sanitaria. 

Le sedi

Per quanto riguarda la suddivisione territoriale, 113 posti saranno assegnati presso gli Uffici Giudiziaria Nazionali e l'Amministrazione Centrale, mentre per le Corti d'Appello i posti sono così ripartiti: Ancona 61 posti, Bari 80 posti, Bologna 136 posti, Brescia 65 posti, Cagliari 80 posti, Caltanissetta 31 posti, Campobasso 20 posti, Catania 99 posti, Catanzaro 111 posti, Firenze 125 posti, Genova 65 posti, L’Aquila 48 posti, Lecce 66 posti, Messina 62 posti, Milano 262 posti, Napoli 308 posti, Palermo 180 posti, Perugia 20 posti, Potenza 40 posti, Reggio Calabria 85 posti, Roma 242 posti, Salerno 62 posti, Torino 187 posti e Venezia 111 posti. 

Come presentare la domanda e i requisiti

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on line sul sito del Ministero della Giustizia, entro il termine dell’11 gennaio 2020. Sul fronte della partecipazione al concorso, viene richiesto il diploma di maturità e almeno uno dei seguenti titoli tra "avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno tre anni, avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno un anno, essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (comprese le supplenze), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado o avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni".

Le materie

Dopo la graduatoria stilata in base ai titoli prenderà via la prova orale. In questa occasione le materie su cui verterà il test saranno "diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al pubblico impiego e alle diverse responsabilità dei dipendenti pubblici), ordinamento giudiziario, diritto processuale civile, diritto processuale penale, ordinamento giudiziario, nozioni sui servizi di cancelleria, conoscenza della lingua inglese (livello B1) e la conoscenza delle tecnologie informatiche e delle competenze digitali". Per partecipare al concorso non c’è nessun limite di età. Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare il bando ufficiale a questo link

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Come preparare il lievito madre in casa

Cura della persona

Maskne: cause e rimedi per combattere la nuova acne da mascherina

social

Cucina triestina: la ricetta del baccalà mantecato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento