rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
La violenza sessuale

Attira una 18enne promettendole un lavoro, poi la violenta: condannato 42enne triestino

La pena è di cinque anni e quattro mesi. La violenza sessuale si sarebbe consumata in un casolare di campagna vicino a Gonars

Attira con l’inganno una ragazza 18enne in un casolare abbandonato e poi abusa sessualmente di lei: è stato condannato a oltre cinque anni di carcere. Si tratta di un 42enne triestino, con iniziali S.S., residente a Bagnaria Arsa, mentre la vittima è una ragazza di Treviso. Come riporta il Piccolo, lo scorso settembre l’uomo aveva offerto alla giovane un lavoro nella sua azienda di macchinari e i due si erano dati appuntamento a Udine. Dopo averla fatta salire sulla sua auto, il 42enne l’ha portata nel casolare, in mezzo alle campagne di Gonars, e a quel punto l’avrebbe immobilizzata legandole i polsi, per poi violentarla.

Venerdì 18 novembre, nel Tribunale di Udine, il Gup Mariarosa Persico ha condannato S.S. a cinque anni e quattro mesi, con il pagamento delle spese processuali per un totale di 35mila euro. Avendo scelto il rito abbreviato, l’imputato ha avuto diritto alla riduzione di un terzo della pena.

Stando alla tesi dell’accusa, la ragazza avrebbe perso i sensi per lo shock, per poi sferrare un calcio all’uomo una volta ripresasi. La 18enne avrebbe poi chiamato i Carabinieri e suonato alla prima abitazione trovata durante la fuga. Qui una donna l’ha accolta fino all’arrivo dei sanitari e delle forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attira una 18enne promettendole un lavoro, poi la violenta: condannato 42enne triestino

TriestePrima è in caricamento