Burlo: da Confcommercio 5mila euro per la neonatologia

I proventi dell'evento benefico "Buon anno Trieste", dopo la procedura rallentata dall'emergenza Covid. acquistato già un apparecchio che permette di risparmiare ai piccoli pazienti le sofferenze di un difficile prelievo

Con tempi ben più lunghi rispetto di quelli previsti a seguito del Lockdown determinato dall’emergenza sanitaria imposta dall’epidemia di Covid-19, si è finalmente consumato l’ultimo atto, quello legato alla beneficenza, di “Buon Anno Trieste” 2020. Il tradizionale evento, organizzato da Confcommercio Trieste lo scorso 6 gennaio al Politeama Rossetti grazie al supporto di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione CRTrieste, BCC di Staranzano e Villesse, Confidi Trieste, oggi della Venezia Giulia e 50&Più Trieste, come di consueto, aveva voluto abbinare spettacolo e solidarietà. Destinataria delle risorse, circa 5mila Euro, raccolte attraverso la vendita dei biglietti, nella circostanza, era stata l’Associazione Scricciolo per l’acquisto di un importante strumento diagnostico a beneficio del reparto di Neonatologia del Burlo Garofolo.

Le imprese per il sociale

“Sia pure in forte ritardo per i motivi che tutti conosciamo - ha commentato il presidente di Confcommercio, Antonio Paoletti - siamo riusciti a concludere quest’impegno che testimonia ancora una volta l’attenzione e la sensibilità delle imprese del terziario per il sociale e la loro vicinanza alle realtà maggiormente importanti del territorio, com’è in questo caso il nosocomio infantile, che si spendono quotidianamente a beneficio della collettività”.

“Il periodo difficile al quale ci ha costretto la pandemia - spiega da parte sua Serena Bontempi, presidente dell’Associazione Scricciolo Onlus - non ci ha impedito, seppur rallentata a seguito delle misure anti-Covid, di continuare la nostra opera a sostegno al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale e ai genitori che, in quel reparto, con preoccupazione e fatica, iniziano la loro maternità e paternità. Nonostante il momento difficile, abbiamo però potuto continuare a contare sulle donazioni tra cui, quella, importante, derivante dall’impegno di Confcommercio che ci ha consentito di acquistare un apparecchio, denominato Bilistick, già in dotazione al Reparto di Neonatologia del Burlo Garofolo. Si tratta di uno strumento - spiega ancora Bontempi - che permette di dosare la bilirubina, utilizzando una quantità minima di sangue, risparmiando in tal modo ai piccoli pazienti le sofferenze di un difficile prelievo ed in grado di fornire risposte rapide che rendono possibile di conseguenza in tempi brevi l’elaborazione delle diagnosi da parte dei medici”.

Bimba colpita da emorragia cerebrale, trasferita in elicottero dal Burlo a Genova

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg in zona gialla fino a venerdì poi la stretta: possibili nuovi parametri, rischio rosso

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

  • "Stop asporto dalle 18 nei bar e regioni ‘chiuse’ in zona gialla", Speranza presenta il nuovo Dpcm

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

Torna su
TriestePrima è in caricamento