menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assessore ambiente Luisa Polli apre a Trieste la Conferenza Europea di Climatologia

Al via ieri mattina a Trieste l'Undicesima edizione della Conferenza Europea di Climatologia

L'assessore all'ambiente, territorio e urbanistica del Comune di Trieste, Luisa Polli, ha aperto ieri mattina l'Undicesima Conferenza Europea di Climatologia al Centro congressi Stazione Marittima di Trieste.

Approfondito e articolato intervento quello dell'assessore Polli, che ha posto la città come centro nodale dei problemi di inquinamento dovuto sia alle aziende e industrie presenti nei centri abitati, sia alla stessa mobilità cittadina. «La Giunta Dipiazza - ha affermato ancora l'assessore - in una stretta collaborazione con i cittadini, sta affrontando questi problemi con grande impegno. Esempio è la questione della Ferriera di Trieste, per la risoluzione della quale, il sindaco Roberto Dipiazza, collabora a stretto contatto con i comitati e le associazioni dei cittadini».

Il prestigioso appuntamento internazionale dell'Undicesima Conferenza Europea di Climatologia vede quest’anno l’Italia diventare per cinque giorni il baricentro europeo del dibattito sul cambiamento climatico globale.

La recente ratifica da parte di USA e Cina dell’accordo di Parigi COP 21 sul cambiamento climatico durante il vertice G 20 di Pechino rende questo evento di estrema attualità. Ben si adattano alla Conferenza di Trieste le parole espresse dal Presidente Obama «la cooperazione è la miglior chance che abbiamo» definendo la firma dell’accordo «il momento in cui abbiamo finalmente deciso di salvare il nostro pianeta».

Il tema portante dell’edizione 2016 è il rapporto tra la ricerca scientifica e l’impatto di questo mutamento sensibile e rapido rispetto ai tempi evolutivi del pianeta, sulle società umane. Lo scopo principale dell’evento sta dunque nel comprendere come la scienza, con le sue ricerche ed applicazioni abbinate a una buona capacità comunicativa, possa ricoprire un ruolo decisivo di aiuto per mitigare oggi e in futuro gli effetti del cambiamento ambientale sulla vita e sulle attività dell’uomo.

L’organizzazione dell'importante evento è affidata all’Unione meteorologica del Friuli Venezia Giulia (Umfgv), all’Istituto di scienze marine (Ismar) del Cnr di Trieste ed all’International centre for theoretical physics, Abdus Salam (Ictp).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento