menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confidimprese Fvg, la Banca d’Italia la promuove a Confidi Maggiore

E' giunta l'autorizzazione, da parte di Banca d'Italia, all'iscrizione tra i Confidi Maggiori in Italia, di Confidimprese FVG

Confidimprese FVG si conquista la promozione della Banca d’Italia a Confidi Maggiore e d’ora in poi, unico confidi del Friuli Venezia Giulia, potrà svolgere inoltre tutte le attività di finanziamento nei confronti del pubblico previste dall'art. 106 del Testo Unico Bancario, erogare fideiussioni dirette e gestire fondi pubblici di agevolazione.

L'autorizzazione ricevuta consentirà a Confidimprese FVG di continuare la propria crescita nel mondo delle garanzie per il credito. In particolare i nuovi prodotti che verranno attivati permetteranno al consorzio di stare al fianco delle piccole e medie imprese con ulteriore forza, al fine di rendere loro l’accesso al credito più agevole e a condizioni migliorative.

“E’ il coronamento di un percorso a tappe avviato da anni dalla nostra Cooperativa di garanzia. Dei circa 600 confidi presenti in Italia solo una quarantina verrà iscritta al nuovo Albo Unico; Confidimprese FVG è l’unico nella Regione Friuli Venezia Giulia” ha commentato soddisfatto e orgoglioso Roberto Vicentini, presidente di Confidimprese FVG, in occasione della conferenza stampa tenutasi stamani a Udine, alla presenza del vice-presidente della Regione FVG Sergio Bolzonello, del Presidente regionale di Confartigianato FVG Graziano Tilatti, del presidente regionale della CNA Paolo Brotto, del rappresentante dell’URES Maximilian Kralj.

Il Confidimprese FVG era rappresentato pure dai vice-presidenti Dario Bruni e Nello Coppeto, del Presidente del Comitato esecutivo Silvano Pascolo e del Presidente del Collegio dei SindaciRoberto Minardi.

A metà anni Duemila si è dato avvio all’iniziale percorso di aggregazione tra Confidi di Udine ed il Confidi Artigiano Pordenone, per passare nel 2009 alla prima iscrizione come Intermediario vigilato da Banca d’Italia; successivamente l’importante passaggio della visita ispettiva (sempre da parte della banca centrale italiana) che ha visto premiato il lavoro svolto negli anni oltre a permettere a Confidimprese FVG di ottenere il punteggio più alto tra tutti i confidi vigilati ispezionati. Il 2015 è stato l’anno della nuova aggregazione con il Confidi Artigianato e PMI di Trieste ed infine quest’anno l’autorizzazione all’iscrizione nel nuovo albo dei Confidi Maggiori.

“Un percorso che ha portato al riconoscimento della professionalità, dell’organizzazione e della forte solidità patrimoniale che caratterizzano Confidimprese FVG – aggiunge Vicentini - un successo da condividere con tutta la struttura nonché il Consiglio d’amministrazione ed il collegio Sindacale. Un ulteriore importante traguardo del nostro lavoro è stata raggiunto, tocca a noi vincere le sfide future, sempre nel segno del sostegno delle micro piccole e medie imprese.

Agli Istituti di credito – specifica il Presidente - spetta ora il compito di valorizzare ulteriormente le nostre primarie garanzie in ottica di maggiori facilitazioni di accesso al credito ed a condizioni ancor migliori per le imprese beneficiarie”:

I DATI DI BILANCIO

La soddisfazione per la nuova iscrizione fa il paio inoltre con gli ottimi risultati raggiunti nella chiusura del bilancio di esercizio 2015. Il documento contabile è stato approvato all’unanimità dal Consiglio d’amministrazione e ora verrà posto all’approvazione delle assemblee separate dei soci.

Il primo dato arriva dall’incremento della base sociale che passa da 11.036 a 12.795 soci.

L’utile di bilancio è pari a 108.726 euro e continua la crescita dei volumi delle garanzie erogate che raggiunge i 154 milioni di euro, le quali permettono di garantire un monte affidamenti pari a oltre 333 milioni di euro, accompagnate da un fondo rischi ed un patrimonio di vigilanza eccellenti che segnano un indice di solvibilità TIER 1 pari a 20.

“Anche grazie all’aggregazione di Confidi Artigiani e PMI Trieste il nostro albero si è irrobustito con nuova linfa che darà vita ad altri rami produttivi – conclude Vicentini -. Guardiamo quindi con rinnovata fiducia al futuro che vedrà sempre di più Confidimprese FVG fulcro del motore delle garanzie regionale e chiave per lo sviluppo economico del Friuli Venezia Giulia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento