menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinviato a Giudizio Consulente Fiscale: avrebbe Intascato i Soldi Anticipati dai Clienti per il Pagamento delle Imposte

La Procura della Repubblica di Trieste, nella persona del sostituto procuratore dott.ssa Cristina Bacer, al termine di una complessa ed articolata attività d’indagine svolta dagli effettivi delle fiamme gialle giuliane in forza alla compagnia di...

La Procura della Repubblica di Trieste, nella persona del sostituto procuratore dott.ssa Cristina Bacer, al termine di una complessa ed articolata attività d'indagine svolta dagli effettivi delle fiamme gialle giuliane in forza alla compagnia di Prosecco, ha richiesto il rinvio a giudizio del ragioniere Rudez Flavio, per essersi appropriato, nello svolgimento della attività professionale di consulente fiscale presso uno studio commercialistico di Trieste, di oltre mezzo milione di euro che i clienti gli avevano consegnato per il pagamento delle imposte.


Le indagini hanno evidenziato che il ragioniere, carpendo la buona fede di circa una trentina di clienti di cui godeva della piena fiducia, nel quinquennio 2005 - 2009, si faceva anticipare le somme di denaro necessarie per il versamento delle imposte, senza poi provvedere a tali versamenti, distraendo tali somme per appropriarsene.
Per meglio occultare le proprie illecite manovre distrattive, il consulente, tutt'ora in attività presso uno studio commercialistico associato di Muggia, predisponeva modelli di versamento di imposta contraffatti con false quietanze bancarie, attestanti versamenti mai effettuati, che rilasciava agli ignari clienti.

Contestualmente, quindi, presentava dichiarazioni dei redditi non veritiere, in modo tale da non far emergere le incongruenze e nascondere al fisco i debiti tributari dei propri assistiti.

La capillare attività investigativa svolta, originata da un controllo fiscale eseguito nei confronti di una società cliente dello studio contabile di Trieste ove il Rudez ha operato, ha consentito di rilevare integralmente le falsità sopra descritte che fornivano l'input operativo per l'avvio di una complessa indagine di polizia giudiziaria, coordinata dalla procura della repubblica di trieste, estesa a tutti i clienti dello studio dove il ragioniere forniva le proprie prestazioni professionali.

L'ulteriore attività dì indagine delegata dall'autorità giudiziaria, articolatasi anche in molteplici perquisizioni, permetteva di acquisire documentazione contabile e fiscale che dimostrava la piena responsabilità del professionista.
I clienti, vittime dei raggiri del ragioniere, hanno confermato quanto scoperto dai finanzieri nel corso delle indagini, consentendo, anche in virtù di quanto emerso dalle complesse investigazioni finanziarie, di quantificare in oltre 500.000 euro le somme di denaro distratte.

In un periodo di peculiare crisi, l'attività investigativa svolta dai finanzieri è stata rivolta, anche e soprattutto, alla tutela degli inconsapevoli clienti del rudez, che, a causa dell'illecita condotta del professionista, allo stato, hanno subito un ulteriore danno costituito dal debito nei confronti dell'erario per il pagamento delle imposte ancora dovute.

Risultano, infatti, particolarmente incresciose le situazioni originate da simili fenomenologie di frode in un contesto sociale già fortemente gravato dalla congiuntura economica internazionale e nazionale, fortemente caratterizzata e condizionata dalla pressione fiscale, con la conseguenza di rendere ancora più difficili le condizioni imprenditoriali dei soggetti/contribuenti interessati.

Proprio la collaborazione investigativa fornita dai medesimi soggetti/contribuenti colpiti dagli illeciti, comunque, è stata fondamentale per il buon esito delle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento