Cronaca

Scuola: da settembre contagiati oltre 1900 studenti in Fvg

Riccardi: "Più casi positivi tra gli studenti dai 10 ai 19 anni, fascia più a rischio, per questo superiori chiuse fino al 31 gennaio". Si rileva anche una progressiva diminuzione dell'età media dei casi gravi

Più contagi tra studenti tra i 10 e i 19 anni e più casi gravi tra le persone giovani: questo emerge dai dati delle aziende sanitarie esposti questa mattina dall'assessore Riccardo RIccardi in occasione della conferenza stampa dove è stata annunciato che le scuole superiori ripartiranno in presenza soltanto dopo il 31 gennaio (in assenza di miglioramenti del quadro sanitario regionale). In particolare il vicegovernatore ha ricordato come il 18 % dei casi di positività al Covid in Fvg riguardi la fascia 10-19 anni. Nel periodo dal 30/11 al 27/12. “Ciò non significa che il contagio sia avvenuto nella scuola - ha precisato Riccardi -, ma che probabilmente la fascia di età più predisposta alla vita sociale è la più a rischio e questi ragazzi hanno più possibilità di contrarre il virus al di fuori della scuola per poi portarlo inconsapevolmente nelle classi”.

Un altro dato, rilevante quanto allarmante, è che l'età media delle persone ricoverate in ospedale in gravi condizioni si sta riducendo, un altro motivo che giustifica questo provvedimento a tutela dei più giovani.

Nel dettaglio

L'assessore ha poi specificato che i casi positivi di soggetti frequentanti l'ambiente scolastico nel periodo settembre – dicembre sono stati 2531. Di questi, 503 sono docenti, 1908 studenti e 120 appartenenti ad altro personale scolastico. Ci sono poi altre persone che ruotano intorno al sistema, in tutto 329. Il fenomeno, complessivamente riguarda 2860 persone.

Altro dato importaante riguarda la distribuzione per età: 178 casi tra gli 0 e i 5 anni, 385 casi tra i 6 e i 9, 596 tra 10 e 13, e 749 tra 14 e 19 (come ricordato, il 18%). Di questi 1908, 775 sono i casi a Trieste, 301 a Gorizia, 881 a Udine e 880 a Pordenone, mentre 23 sono quelli che provengono da fuori regione.

"Per il momento - ha spiegato Riccardi - sono stati effettuati complessivamente nelle scuole del Fvg oltre 20mila tamponi. È molto più alta la positività del tampone molecolare rispetto all'antigenico ed è nettamente superiore la percentuale di positivi nei piccoli comuni (non associabili a catene di trasmissione) rispetto ai capoluoghi".

134 mezzi in più per lezioni in sicurezza

Anche il tema dei trasporti è correlato alla riapertura delle scuole, e a questo proposito l'assessore Pizzimenti, in conferenza stampa, ha parlato del lavoro svolto in sinergia con le Prefetture: "Eravamo - ha detto - e siamo pronti a tutti gli scenari, anche per un rientro con un coefficiente di riempimento dei mezzi che l'ultimo dpcm prevede al 50 per cento, tenendo conto di una profonda differenza su base territoriale che riguarda in particolare l'area dell'ex provincia di Udine: con 5 poli scolastici che manterrebbero l'orario storico e altri 6 che adotterebbero due orari diversi di entrata". Come ha aggiunto Pizzimenti, con la parte ferroviaria si arriva a 134 mezzi in più che sono stati reperiti sul mercato. "La regione - ha concluso - è pronta - ha concluso - ad anticipare con fondi propri le risorse aggiuntive annunciate dal Governo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: da settembre contagiati oltre 1900 studenti in Fvg

TriestePrima è in caricamento