Fermati con 660 kg di tabacco a Gorizia: denunciati quattro contrabbandieri

Nei guai sono finiti due fratelli di origine pakistana e residenti in Germania e due cittadini afghani domiciliati nel capoluogo isontino. Valore della merce di circa 30 mila euro

Due fratelli pakistani di 24 e 22 anni residenti in Germania e due cittadini afghani di 34 e 27 anni domiciliati a Gorizia sono stati denunciati in stato di libertà perché colti in flagrante possesso di 660 chilogrammi di tabacco da contrabbando in confezioni prive del sigillo di Monopolio. L'operazione, condotta dalla Polizia di Stato di Udine e di Gorizia e della Compagnia della Guardia di Finanza del capoluogo isontino e coordinata dalla Procura goriziana, è stata condotta il 25 luglio scorso in viale Europa Unita, a Udine. 

In tale occasione, la Squadra Mobile della Questura udinese aveva notato la presenza di un furgone Mercedes Vito con targa tedesca "i cui occupanti prendevano contatti con alcuni cittadini pakistani gravitanti in zona". Il sospetto che ci fosse qualcosa di più grave, aveva portato quindi gli agenti ad iniziare un pedinamento "che consentiva di giungere fuori provincia lungo la direttrice della SR 56, attualmente utilizzata dai passeur per introdurre clandestini in Italia dalla confinante Slovenia". 

Il furgone è stato fermato nei pressi di Lucinico (Gorizia) e i quattro individui presenti a bordo del veicolo erano stati controllati. Durante il controllo, venivano ritrovati 26 sacchi di tabacco da contrabbando. Con l’ausilio di militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia, i tabacchi sono stati sequestrati ed i quattro cittadini stranieri deferiti in stato di libertà per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Questo tipo di tabacco, molto popolare tra gli immigrati di origine indiana, pakistana ed afghana, viene venduto sottobanco in alcuni negozi etnici. Il valore commerciale dell’intero carico è di circa 30.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Fvg in zona gialla fino a venerdì poi la stretta: possibili nuovi parametri, rischio rosso

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, quattro sono a Trieste

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento