Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Contrasto al lavoro Nero: Collaborazione tra Polizia Locale e Direzione Territoriale del lavoro di Trieste

Percorso comune finalizzato a far emergere il lavoro irregolare e/o sfruttamento lavorativo, anche minorile, e punta a prevenire il verificarsi di eventi infortunistici Contrastare i fenomeni di lavoro nero e irregolare, di sfruttamento...

Percorso comune finalizzato a far emergere il lavoro irregolare e/o sfruttamento lavorativo, anche minorile, e punta a prevenire il verificarsi di eventi infortunistici

Contrastare i fenomeni di lavoro nero e irregolare, di sfruttamento lavorativo, anche minorile, e prevenire gli infortuni sul lavoro. E' questo l'obiettivo del protocollo di collaborazione tra la Polizia locale di Trieste e la Direzione Territoriale del Lavoro, presentato oggi (martedì 5 novembre) nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del Comune, alla quale sono intervenuti il vicesindaco Fabiana Martini, il comandante Sergio Abbate, il direttore della Direzione Territoriale del Lavoro Gianna Da Ronch, i responsabili del Servizio ispettivo Silvia Fonda e del Servizio amministrativo della Polizia locale Paolo Jerman.

«Dopo la sigla nel mese di marzo della convenzione tra l'Azienda Sanitaria e la Polizia locale sul tema della sicurezza dei cantieri - ha spiegato il vicesindaco Fabiana Martini- questo protocollo, con validità triennale, è un'ulteriore conferma dell'attenzione dell'Amministrazione comunale per le persone, i lavoratori e la loro sicurezza, nella consapevolezza che ricercando collaborazioni e sinergie comuni, condividendo informazioni, conoscenze e competenze, si riuscirà a realizzare un miglior servizio a beneficio dei cittadini della nostra città».

«Codificando alcuni aspetti di un'attività sempre fatta - ha aggiunto il direttore Gianna Da Ronch - con questo protocollo si punta tra l'altro ad unire le nostre forze per ottimizzare tempi e modalità d'intervento, per lavorare al meglio».

I dati della Direzione Territoriale di Trieste evidenziano che, nel periodo gennaio-giugno 2013, sono state effettuate 273 ispezioni, riscontrando 87 illeciti. Verificate anche 534 posizioni lavorative, con l'accertamento di 170 irregolarità. Tra le tipologie di lavoro irregolare, 42 maxisanzioni sono relative al lavoro nero (11 nel settore industriale, 13 nell'edilizia e 18 nel terziario).

Il protocollo disciplina i rapporti tra il Comune di Trieste e la Direzione Territoriale del Lavoro e crea un percorso comune finalizzato a far emergere fenomeni di lavoro irregolare e/o sfruttamento lavorativo, sfruttamento del lavoro minorile e punta a prevenire il verificarsi di eventi infortunistici.

La Direzione Territoriale del Lavoro (DTL) s'impegna garantire al personale della Polizia Locale del Comune di Trieste, l'informazione necessaria a rilevare fenomeni di lavoro irregolare/in nero e a ricevere dal Comando della Polizia Locale le segnalazioni relative ad eventuali gravi irregolarità accertate, per le valutazioni di competenza.

Il Comune metterà a disposizione il personale della Polizia locale, anche attraverso azioni comuni per lo svolgimento delle attività connesse al controllo dei cantieri stradali e simili, ed al rispetto della normativa vigente sul lavoro, collaborando a tale scopo con la DTL di Trieste. Favorirà inoltre la partecipazione del personale interessato ai corsi d'informazione organizzati dalla DTL e segnalerà tempestivamente le irregolarità rilevate nel corso dei controlli sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasto al lavoro Nero: Collaborazione tra Polizia Locale e Direzione Territoriale del lavoro di Trieste

TriestePrima è in caricamento