menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi occupazione femminile, Panariti: «Abbiamo voluto favorire il lavoro delle donne»

Sono stati finanziati 15 progetti. Tra i più meritevoli: Animaimpresa, Anteas, Associazione italiana mentoring e quelli delle Acli regionali e provinciali

Si è concluso il procedimento di valutazione e di assegnazione di contributi per la realizzazione di iniziative speciali volte a sostenere il lavoro delle donne. Lo rende noto l'assessore Loredana Panariti, sottolineando come «l'attenzione al tema del lavoro femminile non è una novità», ma in questo caso «abbiamo voluto favorire non solo l'accesso al lavoro per le donne inoccupate o disoccupate, ma anche supportare percorsi di crescita professionale e di carriera perché il lavoro delle donne, anche quando c'è, viene spesso poco valorizzato, sia nell'ambito del lavoro dipendente che in quelli del lavoro autonomo e dell'esercizio di impresa o professioni». Hanno presentato richiesta per beneficiare dei contributi 28 associazioni di volontariato e promozione sociale, già da anni impegnate in attività volte a favorire la partecipazione paritaria delle donne alla vita economica e sociale.

Tra i progetti finanziati, 15 in tutto, l'assessore Panariti, assieme alla presidente della Commissione pari opportunità e alla Consigliera regionale di parità che hanno partecipato ai lavori di valutazione dei progetti, desidera in particolare menzionare quelli che, per caratteristiche di qualità, complessità ed innovatività, hanno conseguito i punteggi più alti e sono stati particolarmente apprezzati.


È il caso del progetto di Animaimpresa, che si propone di intervenire - attraverso complessi percorsi di promozione della Responsabilità sociale d'impresa in chiave di genere - su alcuni nodi critici che riguardano non solo la valorizzazione della presenza delle donne nelle imprese ma l'imprenditorialità femminile tutta.

Ancora sul mondo delle imprese e sulle donne che nelle imprese lavorano vuole incidere il progetto di Anteas dove l'attenzione, in stretta collaborazione con alcune organizzazioni sindacali e con quattro importanti realtà produttive regionali, è rivolta a far crescere un approccio sistemico alla contrattazione collettiva di II livello aziendale, con particolare riguardo all'area del welfare: l'obiettivo di «output», ambizioso, è di concludere i diciotto mesi previsti per la realizzazione del progetto con quattro accordi di contrattazione aziendale già elaborati.

Degni di nota, inoltre, i progetti dell' Associazione italiana mentoring e quelli delle Acli regionali e provinciali, supportati anch'essi da un corposo network territoriale (tra cui va evidenziata la partecipazione di Confartigianato), che mettono in campo innovativi percorsi di rafforzamento, rispettivamente, della presenza femminile nei luoghi decisionali e del lavoro di rete delle donne artigiane.

La graduatoria completa dei progetti ammessi a contributo è pubblicata sul sito web della regione www.regione.fvg.it, nella sezione dedicata al lavoro e alle pari opportunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento