rotate-mobile
Cronaca

Contributi per Professionisti (Iscritti a Ordini e non) per Sostegno a Maternita' e Paternita'. La Giunta Regionale Approva Regolamento

La Giunta regionale, accogliendo la proposta dell'assessore al Lavoro, formazione, pari opportunità,  ha approvato in via preliminare il "Regolamento recante misure, criteri e modalità per la promozione di interventi diretti a consentire alle...

La Giunta regionale, accogliendo la proposta dell'assessore al Lavoro, formazione, pari opportunità, ha approvato in via preliminare il "Regolamento recante misure, criteri e modalità per la promozione di interventi diretti a consentire alle professioniste e ai professionisti di conciliare le esigenze della professione con quelle della maternità e della paternità" previsto dalla LR 13/2004 (Interventi in materia di professioni).
Il testo sarà ora trasmesso al Consiglio regionale per l'espressione del parere da parte della competente Commissione consiliare.

Gli interventi previsti costituiscono uno strumento di sostegno temporaneo, a carattere contributivo, che l'Amministrazione regionale promuove a favore delle professioniste e dei professionisti in presenza di comprovate e specifiche esigenze di conciliazione dei tempi di vita, famiglia e lavoro.

Il Regolamento definisce il "nucleo familiare" sulla base del Decreto legislativo 109/1998; la "famiglia monogenitoriale", ovvero quella composta da un unico genitore in quanto vedovo, nubile o celibe, separato legalmente, divorziato; i "minori con handicap grave", coloro che si trovano in situazione di gravità accertata (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate), esclusi i minori ricoverati a tempo pieno presso istituti specializzati, salvo che sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore.

Possono beneficiare degli interventi i prestatori di attività professionali iscritti a ordini e collegi e i prestatori di attività professionali non ordinistiche che siano aderenti a un'associazione inserita nel registro delle associazioni.

Per beneficiare degli interventi previsti dal presente regolamento i soggetti beneficiari devono essere residenti in Friuli Venezia Giulia; esercitare l'attività professionale in forma individuale, associata o societaria; svolgere l'attività professionale con studio o altra struttura stabile nel Friuli Venezia Giulia; svolgere l'attività professionale, sia essa ordinistica o non ordinistica, in via esclusiva e non essere lavoratori dipendenti, neppure a tempo determinato o a tempo parziale, collaboratori di impresa familiare, artigiani, commercianti, coltivatori diretti, titolari di impresa, amministratori di società di persone, escluse quelle tra professionisti, e di società di capitali; non aver superato i 45 anni di età.

L'ammissione agli interventi previsti è consentita qualora la situazione economica del nucleo familiare del richiedente il contributo non sia superiore al valore ISEE di 35 mila euro.

Il Regolamento precisa poi gli interventi finanziabili (sostituzione e collaborazione del professionista), la misura del contributo e le procedure da seguire per la richiesta del contributo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi per Professionisti (Iscritti a Ordini e non) per Sostegno a Maternita' e Paternita'. La Giunta Regionale Approva Regolamento

TriestePrima è in caricamento