Trasporti, 126mila euro per gli scuolabus comunali

Lo stanziamento è destinato a coprire il periodo che va dalla chiusura delle scuole alla fine dell'anno scolastico 2019-2020

"L'obiettivo è quello di mitigare gli effetti legati all'emergenza Covid, sostenendo - con un contributo regionale di 126 mila euro - quelle imprese che effettuando servizi di trasporto studenti con gli scuolabus commissionati dai Comuni, con la chiusura delle scuole sono rimasti fermi nel periodo del lockdown registrando minori introiti". Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e trasporti Graziano Pizzimenti illustrando oggi alla I Commissione integrata del Consiglio regionale gli emendamenti all'Assestamento di Bilancio per gli anni 2020-2022, tra i quali le norme studiate per gli scuolabus comunali.

Lo stanziamento è destinato a coprire il periodo che va dalla chiusura delle scuole alla fine dell'anno scolastico 2019-2020 e, a titolo di contributo una tantum, rimborserà i titolari di parte della quota erogata dalla Regione sul costo totale dei servizi. La misura è riservata a coloro che ancora non hanno beneficiato di alcuna linea contributiva avviata dalla Regione nel periodo di emergenza epidemiologica. "Dalla linea contributiva - ha concluso Pizzimenti - sono escluse le imprese che svolgono servizi di Tpl, per i quali è allo studio una norma statale che compensi i mancati introiti di cui attendiamo di conoscere nel dettaglio i contenuti e l'entità delle risorse stanziate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento