"Stretta" sui controlli in via Torino: si valuta il “numero chiuso” e intanto arrivano gli steward

Il prefetto Valerio Valenti annuncia controlli "meno leggeri" nel weekend. Gli esercenti lanciano l'idea della via "chiusa" e con ingressi limitati, ma il Comune frena e chiede di aspettare in prossimo weekend

Foto di repertorio: Aiello

La prefettura prepara la “stretta” sulla movida in via Torino dopo gli episodi dello scorso weekend: controlli più mirati e incisivi per il rispetto delle distanze di sicurezza, e intanto gli esercenti corrono ai ripari per evitare le multe e ingaggiano gli “steward” a loro spese. Se tutto questo non dovesse bastare, è pronta l'opzione “numero chiuso” per i prossimi weekend. Lo spiega il prefetto di Trieste Valerio Valenti, raggiunto al telefono, illustrando le decisioni prese in seguito a un incontro in Prefettura con i rappresentanti degli esercenti e il sindaco Dipiazza.  

Il progetto

“I titolari dei locali della zona, precisamente 9 su 13 – ha dichiarato Valenti – hanno presentato un progetto per un contingentamento degli ingressi in via Torino, presidiandone i tre varchi d'accesso. Un monitoraggio delle persone che entrano, con una sorta di 'numero chiuso', calcolato sul rispetto del metro di distanza tra una persona e l'altra. Oltre a questo, si prevede l'impiego di steward registrati alla prefettura, come quelli in servizio negli stadi, tutto con oneri a carico degli esercenti”.

Il progetto è stato consegnato dagli esercenti alla Fipe, che lo ha poi esposto al Prefetto, il quale spiega che “nel dibattito di ieri il sindaco Dipiazza ha espresso delle riserve, almeno in questa fase, e ha chiesto di soprassedere almeno per questa settimana. In base a come andranno le cose nel weekend ci si riserverà di attuare il piano più avanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nel frattempo – ha continuato Valenti –  noi forze di Polizia e le altre forze dell'ordine faremo dei controlli in maniera più incisiva e con un approccio meno leggero rispetto al weekend scorso. Inoltre alcuni degli esercenti si forniranno autonomamente di steward”. I titolari dei locali, infatti, rischiano sanzioni in quanto responsabili del rispetto della distanza di sicurezza sia all'interno che all'esterno del locale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo di 7 anni umiliato a scuola per aver dimenticato l'astuccio, la triste storia di Jacopo

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Covid 19: la Slovenia "declassa" l'Italia a zona arancione

  • Schianto tra i Carabinieri e un'auto: militare a Cattinara

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Ricercata da cinque anni, faceva la escort a Trieste: arrestata 28enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento