Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Barcolana 53, Coop gareggia con un equipaggio formato da dipendenti

Dall'addetto vendite reparto latticini alla responsabile delle risorse umane: a bordo della Kind of magic pronte cinque donne e cinque uomini capitanati da Ambrogio Beccaria

Due imbarcazioni scendono in acqua per le cooperative di consumatori nella regata più grande d’Europa. Il 10 ottobre a solcare le acque di fronte al porto di Trieste ci saranno i velisti professionisti della Anywave Safilens, già partner di Coop nel progetto di salvaguardia degli ecosistemi acquatici “Un mare di idee per le nostre acque” e a bordo della Kind of magic, parteciperà alla regata il primo team interamente formato da dipendenti Coop appassionati di vela.

Il team

Dieci componenti, equamente divisi tra uomini e donne, compresi tra i 33 e i 56 anni, arriveranno dalle cooperative di tutto il Paese. Nel team Coop: Simone Antonini (addetto vendite reparto latticini Unicoop Tirreno), Claudia Bacci (addetta reparto extralimentari Unicoop Firenze), Diana Bitelli (responsabile risorse umane Coop Reno), Giordana Bonanni (responsabile ufficio fiscale Coop Liguria), Enrico Cappelli (direttore amministrativo Coop Lombardia), Sandro Colaci (direttore di ipermercato Nova Coop), Lorenzo Carloia (area soci e consumatori Coop Centro Italia), Francesca Gergolet (ufficio direzione Coop Alleanza 3.0), Marco Raseni (direttore punto vendita Coop Alleanza 3.0), Giusy Debora Russo (addetta reparto latticini Unicoop Firenze). Tra chi andava in vela con il papà sin da bambina e chi invece proprio in barca ha già percorso 2500 miglia marine, il team si cimenta su un natante di 17 metri capitanato da Ambrogio Beccaria, primo navigatore in solitaria italiano a vincere la Mini Transat, attraversando l’Atlantico con la sua barca da 6 metri. “Sono affascinato dalla navigazione – racconta Ambrogio Beccaria - che è un’arte antica e in continua evoluzione, legata alla meteorologia che, nel frattempo, sta anch’essa cambiando. Sono rapito dall’energia, dal vento, da tutto ciò che è grande e invisibile. Inoltre mi piacciono le novità e guidare il team di Coop sarà un’esperienza inaspettata”.

Sabato l'inaugurazione del seabin

Il giorno prima della Barcolana, il 9 ottobre alle 9:30, sarà inaugurato al porto di Trieste, presso Riva Mandracchio – Bacino San Giusto, il terzo Seabin installato nelle acque triestine alla presenza delle autorità locali, del Presidente di Coop Italia Marco Pedroni, dei due testimonial della campagna l’esploratore e divulgatore scientifico Alex Bellini e appunto il navigatore in solitaria Ambrogio Beccaria oltre che dei due equipaggi sostenuti da Coop che partecipano alla Barcolana. Ognuno di questi Seabin raccoglie in media oltre 500 chilogrammi di rifiuti galleggianti all’anno, filtra 25 mila litri di acqua marina all’ora e cattura le microplastiche da cinque a due millimetri di diametro e le microfibre. I Seabin promossi dalla campagna, già a dimora e attivi , hanno permesso finora a Coop insieme al partner tecnico LifeGate, di raccogliere oltre 14.500 kg di rifiuti, incluse plastiche e microplastiche, pari al peso di oltre 970 mila bottiglie da mezzo litro. Una volta a regime i 46 seabin permetteranno di recuperare complessivamente 23 tonnellate di rifiuti in un anno, pari al peso di circa un milione e mezzo di bottiglie, che se messe in fila eguaglierebbero la distanza tra Milano e Firenze (circa 300 chilometri).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana 53, Coop gareggia con un equipaggio formato da dipendenti

TriestePrima è in caricamento