rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Coop, dirigenti rintanati in Via Caboto, la rabbia dei soci: «Vergogna». Domani incontro in Comune

14.17 - Circa 300 iscritti in poche ore al gruppo facebook "Cooperative Operaie Trieste soci come cautelarsi?". Preoccupazione ed incertezza per il futuro

Rabbia e preoccupazione sono i sentimenti dei soci che questa mattina si sono affollati fuori dagli uffici del prestito sociale delle Coop in Via Gallina. «Ho pochissime speranze di recuperare i soldi – ci spiega la signora Patrizia –; anche se sembra che verrà restituito il 30% non sono molto fiduciosa. Avevo già sentito alcuni mesi fa che le cose alla Coop non stavano andando propriamente bene ed infatti era mia intenzione a Gennaio 2015 ritirare la gran parte dei risparmi. Per me poi, che sono una precaria, vedere andare in fumo i risparmi è una mazzata».

Anche la signora Muriana è sconvolta: «Sono senza parole. Questa notizia è come una tegola in testa. Qualche avvisaglia l’avevo avuta già qualche mese fa quando un’amica mi aveva avvertito di alcuni licenziamenti fatti dalle Coop».

Elena Purich invece preferisce guardare avanti «a questo punto è necessario che tutti andiamo a comprare alla Coop, per far ripartire l’azienda, salvare i posti di lavoro e fare in modo che così possiamo recuperare i nostri risparmi. Sabotare ora le cooperative sarebbe un errore, avremmo ancora meno speranza di recuperare i nostri averi».

Il disappunto e il disorientamento è ben visibili anche nel gruppo Facebook tematico “Cooperative Operaie Trieste soci come cautelarsi?”. Preoccupazione ed incertezza per il futuro. Centinaia di post di arrabbiatura da parte degli internauti con reciproco aiuto e sostegno, sia morale che psicologico: in poche ora il gruppo ha raggiunto i quasi 300 iscritti.

Da notizie assunte ma non confermate sembra che i dirigenti e consiglieri siano rinchiusi nella sede degli uffici amministrative in Via Caboto. Alcuni soci hanno tentato di accedere ma è stato loro impedito di salire al livello degli uffici.

Domani intanto alle 9.00 è stata convocata una riunione in Comune con i capigruppo in Consiglio comunale, al quale è stato anche invitato l'avvocato Consoli. I soci si sono dati appuntamento alle 8.45 in piazza Unità dove si terrà un assembramento. Alle 9.00 saliranno in Comune una cinquantina di soci. È stato fatto divieto di attaccare striscione lungo le grate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop, dirigenti rintanati in Via Caboto, la rabbia dei soci: «Vergogna». Domani incontro in Comune

TriestePrima è in caricamento