Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Coop, presentato in tribunale report della prima settimana di accertamenti

10.04 - Consoli: «duplice obiettivo: garantire la tenuta e la continuità dell’azienda e delineare una strategia idonea a porre le premesse per il superamento della crisi»

L’Amministratore Giudiziario delle Cooperative Operaie, avv. Maurizio Consoli, ha presentato stamani al Tribunale di Trieste una relazione sull’attività svolta e sugli accertamenti eseguiti nella prima settimana di incarico. 

«Nel corso di questa settimana – ha dichiarato l’avv. Maurizio Consoli – abbiamo lavorato, assieme al Coadiutore, il commercialista dott. Piergiorgio Renier, con il duplice obiettivo di garantire la tenuta e la continuità dell’azienda e delineare una strategia idonea a porre le premesse per il superamento della crisi. Questi aspetti saranno valutati dal Tribunale nell’udienza di lunedì prossimo. Il nostro impegno è volto a far sì che le Cooperative Operaie abbiano un futuro e che venga tutelato l’interesse pubblico, che coincide con l’interesse dei dipendenti, fornitori, soci, clienti e in particolare dei soci prestatori»

«In questi ultimi giorni – ha specificato l’Amministratore Giudiziario – abbiamo letto e ascoltato numerose dichiarazioni relative al prestito sociale, alcune delle quali improprie. E’ importante che i soci prestatori sappiano di essere tutelati dall’Amministrazione Giudiziaria ed è altresì importante che comprendano come sia necessario prima salvare le Cooperative Operaie per poter poi agire a vantaggio dei soci che hanno aderito al Prestito Sociale»

«Sul tema del prestito sociale – ha concluso l’avv. Consoli – l’impegno dell’Amministrazione giudiziaria è massimo. I soci prestatori sono persone che hanno fortemente creduto nella Cooperativa e abbiamo totale rispetto nei loro confronti. Rispettare, in questo contesto, significa informare, spiegare e impegnarsi a trovare una soluzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop, presentato in tribunale report della prima settimana di accertamenti

TriestePrima è in caricamento